venerdì 24 febbraio | 04:33
pubblicato il 17/giu/2013 20:24

Ue: Vicari, su golden rule no a logiche depressive e di rigore

Ue: Vicari, su golden rule no a logiche depressive e di rigore

(ASCA) - Roma, 17 giu - ''L'Europa non deve cedere a logiche depressive e di eccessivo rigore. Sulla golden rule, e cioe' la possibilita' che i Paesi come l'Italia usciti dalle procedure di infrazione possano scorporare gli investimenti produttivi dal deficit, il governo italiano dovra' far sentire la propria voce''. Lo ha dichiarato la senatrice Simona Vicari, sottosegretario allo Sviluppo Economico.

''E' il momento di dare fiducia e sostegno all'economia attraverso misure espansive che, nel rispetto dell'equilibrio dei conti, consentano di metterci alle spalle una lunga depressione - continua -. Il governo italiano con i primi provedimenti sta lavorando in questo senso, ma deve essere chiaro che l'Ue non puo' essere spettatrice e nemmeno elemento frenante piuttosto deve fungere da stimolo e sostegno all'azione dei singoli governi. Percio' sulla golden rule bisogna fare passi in avanti e coraggiosi''.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech