martedì 24 gennaio | 10:26
pubblicato il 14/mar/2013 12:00

Ue/ Vertice, Lettera Monti a Van Rompuy: Chiediamo più margine

"Per attuare piano di sostegno a creazione posti di lavoro"

Ue/ Vertice, Lettera Monti a Van Rompuy: Chiediamo più margine

Bruxelles , 14 mar. (askanews) - A questo punto "crediamo che l'Italia, che ha rigorosamente rispettato tutti gli impegni presi, dovrebbe oggi poter utilizzare ogni possibile e ulteriore margine consentito dal Patto (di Stabilita', ndr) per attuare immediatamente un piano di sostegno alla creazione di posti di lavoro stabili e di migliore qualità, alleggerendo il cuneo fiscale sui nuovi contratti di lavoro a tempo indeterminato, favorendo l'apprendistato dei giovani e rafforzando i servizi per l'infanzia". Lo afferma il premier Mario Monti in una lunga lettera inviata al Presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy. "Per quei paesi che si trovano nella parte preventiva del Patto di Stabilità à e di Crescita, dopo aver corretto il disavanzo eccessivo di bilancio - dice ancora Monti nella missiva, dopo aver ricordato tutti le misure prese da proprio governo per risanare le finanze pubbliche e attuare le riforme strutturali per la cescita - il progresso verso l'obiettivo a medio termine (del rapporto deficit/Pil all'1%, ndr) dovrebbe essere valutato - sottolinea il premier - tenendo in considerazione l'impatto sulla crescita di investimenti produttivi e sociali, in linea con le priorit à concordate Ue; beninteso, a condizione di preservare la sostenibilit à a medio termine dei conti pubblici. Adeguata considerazione dovrebbe essere assegnata alla nozione di 'fattore rilevante' (ovvero cause di una minore riduzione del deficit, indipendenti dalla volontà à del Paese, ndr), contenuta nel 'six pack', per valutare la sostenibilit à delle finanze pubbliche". Monti ha anche ricordato che, mentre "ad alcuni Stati membri è stato concesso più tempo per raggiungere i loro obiettivi di bilancio", l'Italia "non ha chiesto ne' una proroga per correggere il deficit di bilancio, n é ha chiesto un'assistenza finanziaria da parte dell'UE o di un'altra organizzazione internazionale. Al contrario, l'Italia ha contribuito al sostegno finanziario di altri paesi dell'Unione europea in difficolta ì" ha concluso Monti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4