lunedì 23 gennaio | 18:35
pubblicato il 20/dic/2013 08:44

Ue: vertice approva intesa banche, rinvia accordi per riforme

Ue: vertice approva intesa banche, rinvia accordi per riforme

(ASCA) - Bruxelles, 20 dic - Dopo l'accordo raggiunto dai ministri in sede Ecofin, i capi di Stato e di governo dei paesi dell'Ue confermano l'intesa trovata sul meccanismo per le risoluzione delle crisi bancarie. Come previsto, i leader europei non hanno riaperto il file, confermando quanto confezionato dai loro ministri dell'Economia e delle Finanze.

Non mancano pero' dei rilievi. Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, vede ''un bicchiere mezzo pieno''.

Il meccanismo di risoluzione delle crisi bancarie da una parte soddisfa, dall'altra non convice. ''Siamo contenti e siamo soddisfatti'', premette il capo del governo. Il meccanismo di risoluzione ''purtroppo lo si e' fatto soltanto adesso e sull'onda della crisi, pero' e' un passo avanti importante'', e visto da un'ottica comunitaria ''a me sembra che si sia scritta una pagina importante verso una maggiore integrazione europea''. Tuttavia Letta tiene a precisare che piu' che di accordo occorre parlare di ''un compromesso''.

Sul dossier ''noi avremmo voluto'' qualcosa in piu' ''ma qualcun altro avrebbe voluto fare dei passi in meno, quindi si e' trovato un punto di intesa che fa si' che il bicchiere sia mezzo pieno''. Per il capo del governo ''quello che non funziona e' il periodo di dieci anni'' che occorre prima dell'entrata in vigore effettiva del fondo comune, ma l'auspicio e' che non occorrano dieci anni per trovare l'accordo, bensi' ''molto meno''.

I capi di Stato e di governo dei ventotto hanno poi deciso di concedersi piu' tempo per arrivare a dare forma ai ''Partenariati per la crescita, l'occupazione e la competitivita''', i contratti tra Stati per 'premiare' i paesi Ue virtuosi che attuano le riforme in tempi rapidi iniziano. E' stato convenuto di giungere a una conclusione in occasione del vertice del Consiglio europeo di ottobre 2014, e di prendersi quattro mesi in piu' di tempo per sviluppare meglio il meccanismo (le bozze di conclusioni circolate prima del vertice e nelle prime ore del summit indicavano come scadenza giugno 2014).

Una decisione frutto probabilmente dei dubbi della Germania, che vuole maggiore chiarezza e soprattutto maggiori e precise garanzie. ''Se non vengono offerte riforme vincolate per contratto, non ho denaro da offrire'', taglia corto la cancelliera tedesca, Angela Merkel, per la quale ''va inserito un carattere costrittivo nella governance''.

Merkel fa riferimento alla natura ''giuridicamente vincolante'' che prevede la proposta che dovra' essere sviluppata. Tale proposta, per come e' concepita allo stato attuale, prevede per tutti i ventotto Stati membri dell'Ue contratti e meccanismi di solidarieta' per accelerare il processo delle riforme (ad eccezione dei paesi sotto programma, mentre per i paesi sotto procedura per deficit eccessivo le possibilita' di partenariati ''vanno esplorate''). Contratti e meccanismi di solidarieta' ''sono i due elementi principali che abbiamo individuato'', rileva il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy. Il resto e' tutto da stabilire. Il punto di partenza e' l'idea originaria: le proposte di partenariato si baseranno sui programmi nazionali di riforme (Pnr) varati dai governi e sulle raccomandazioni specifiche per paese della Commissione europea. Dovranno ottenere il via libera del Consiglio previa discussione con la Commissione Ue, che poi dovra' vigilare sul rispetto degli impegni presi. Punto, quest'ultimo, tra i piu' sensibili, almeno a Berlino. bne/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4