martedì 17 gennaio | 10:26
pubblicato il 27/nov/2013 14:33

Ue: Spacca, rafforzare comunicazione macroregione adriatico ionica

(ASCA) - Roma, 27 nov - ''Introdurre tra gli assi trasversali del Piano d'azione della Macroregione il tema della comunicazione''. E' la proposta avanzata questa mattina a Roma dal presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, nel corso del workshop ''Adriatico, Regione d'Europa. La comunicazione per la Macroregione adriatico ionica'' promosso dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Giovanni Legnini. All'incontro, oltre al presidente Spacca in qualita' di coordinatore del Comitato delle Regioni di Bruxelles sulla Macroregione, hanno partecipato, tra gli altri, il viceministro degli Affari Esteri Marta Dassu', Stefano Rolando (professore universitario di ruolo di Teoria e tecniche della comunicazione pubblica allo Iulm di Milano), Anna Maria Villa (Dipartimento Affari europei della Presidenza del Consiglio). Nel suo intervento Spacca ha ripercorso le tappe che hanno portato la strategia della Macroregione adriatico ionica alla fase operativa attuale, con la redazione dei progetti concreti che costituiranno il Piano d'azione. ''Il tema della comunicazione - ha detto Spacca - e' cruciale per il successo della strategia, perche' una delle criticita' evidenziata dalla Ue nel suo iniziale approccio al tema, era l'eterogeneita' dell'area, le diversita' tra i Paesi che vi insistono. Diversita' che possono essere superate non lasciandosi spaventare da esse, facendone al contrario una risorsa e, soprattutto, amplificando il livello della comunicazione e dell'interconnessione tra le comunita' interessate.

L'integrazione di questa area potra' avvenire proprio attraverso lo scambio di informazioni e di culture. Questo non significa omogeneizzare ma, nel rispetto delle tante differenze, rafforzare il dialogo per la costruzione di progetti comuni''. Non e' un caso, ha ricordato Spacca, se uno dei principali progetti presentati dalla Regione Marche nel corso delle consultazioni per la costruzione del Piano d'azione e' la realizzazione di una Cloud adriatico ionica, una infrastruttura immateriale che colleghi tutti i Paesi per far viaggiare velocemente le informazioni e animare quindi il dialogo e il confronto a beneficio dell'integrazione nell'area.

rus Prossima tappa, Atene, quando a febbraio saranno presentati i progetti del Piano d'azione. Incontri preparatori (tra gli altri a Corfu' sulla strategia marittima, ad Ancona sul tema della connettivita' e delle infrastrutture, a Bruxelles sull'economia blu) hanno consentito un'ampia ricognizione sui progetti in modo tale che il piano di fattibilita' che sara' discusso in Grecia possa rappresentare un valido strumento di progettazione al cospetto della Ue.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello