domenica 22 gennaio | 15:18
pubblicato il 31/gen/2013 13:35

Ue: Spacca nominato alla guida Intergruppo adriatico-ionico CdR

(ASCA) - Ancona, 31 gen - Il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca e' stato eletto all'unanimita' presidente dell'Intergruppo Adriatico-Ionico del Comitato delle Regioni d'Europa. Un organismo, nato a Bruxelles, composto dai gruppi politici presenti nel Parlamento europeo, che assume rilievo alla luce dell'avvicinarsi del 2014, quando l'Europa ufficializzera' la nascita della Macroregione adriatico-ionica. Stamani, sottolinea una nota della Regione Marche, si e' svolta a Bruxelles la riunione costitutiva.

Vicepresidente dell'organismo, il greco Apostolos Katsifaras (gruppo Pse). ''Il Comitato delle Regioni - ha detto Spacca - ha accolto la nostra richiesta di creare un luogo di confronto tra tutte le Regioni e le istituzioni dell'area, riconoscendo il particolare momento che tutti i territori che si affacciano sui due mari stanno vivendo. Il Consiglio della UE ha dato mandato alla Commissione Europea di redigere il piano di azione per la Macroregione Adriatico-Ionica entro il 2014, l'anno di presidenza della Grecia e dell'Italia. Il percorso verso la concretizzazione di questo obiettivo va accompagnato con il coinvolgimento e la partecipazione attiva delle autorita' regionali e locali, accanto agli Stati membri. Un'azione corale, dunque, a supporto della Commissione Europea nella predisposizione del piano di azione. Solo cosi' la strategia potra' focalizzarsi sin da subito su priorita' fondamentali concertate e ampiamente condivise, grazie ad un'azione di governance multilivello''.

Tra le attivita' che svolgera' l'Intergruppo, un lavoro di ''equipe'' con gli altri intergruppi gia' esistenti, quello per la regione Baltica e quello per la regione Danubiana.

''Un lavoro utile - ha sottolineato Spacca - per recepire le esperienze delle altre due strategie macroregionali europee e per valutare azioni comuni nell'ambito dei collegamenti e dei trasporti, a partire dai corridoi Baltico-Adriatico previsti da Europe Connecting Facility''. pg/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4