sabato 21 gennaio | 12:42
pubblicato il 27/giu/2014 18:20

Ue: SEL, nomina Juncker in continuita' con politiche austerity

(ASCA) - Roma, 27 giu 2014 - ''Le conclusioni del Consiglio Europeo sono deludenti. La nomina di Juncker va nella direzione del rispetto della volonta' popolare ma le politiche messe in campo sono purtroppo in continuita' con gli anni recenti''. Lo afferma il responsabile nazionale Esteri di Sel Arturo Scotto commentando la designazione di Jean-Claude Juncker a Presidente della Commissione UE.

''L'austerita' - dice Scotto - non e' stata battuta e la Merkel continua a dettare l'agenda. La frase ''il buon uso della flessibilita' nel patto di stabilita''', inserita nel documento finale del vertice europeo, appare soltanto una cura omeopatica e non una politica orientata alla crescita.

In questo senso, nessun passo in avanti nemmeno per l'Italia.

Il semestre di Renzi appare nei fatti in salita''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4