sabato 10 dicembre | 13:39
pubblicato il 27/giu/2014 18:20

Ue: SEL, nomina Juncker in continuita' con politiche austerity

(ASCA) - Roma, 27 giu 2014 - ''Le conclusioni del Consiglio Europeo sono deludenti. La nomina di Juncker va nella direzione del rispetto della volonta' popolare ma le politiche messe in campo sono purtroppo in continuita' con gli anni recenti''. Lo afferma il responsabile nazionale Esteri di Sel Arturo Scotto commentando la designazione di Jean-Claude Juncker a Presidente della Commissione UE.

''L'austerita' - dice Scotto - non e' stata battuta e la Merkel continua a dettare l'agenda. La frase ''il buon uso della flessibilita' nel patto di stabilita''', inserita nel documento finale del vertice europeo, appare soltanto una cura omeopatica e non una politica orientata alla crescita.

In questo senso, nessun passo in avanti nemmeno per l'Italia.

Il semestre di Renzi appare nei fatti in salita''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Governo
Da Mattarella possibile incarico domenica, in pole c'è Gentiloni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina