sabato 25 febbraio | 15:45
pubblicato il 20/nov/2013 14:37

Ue: sede unica Parlamento, si' dell'Aula a risoluzione

Ue: sede unica Parlamento, si' dell'Aula a risoluzione

(ASCA) - Bruxelles, 20 nov - L'Aula del Parlamento europeo ha approvato la risoluzione non legislativa per la sede unica dell'istituzione comunitaria. Il testo e' stato adottato con 483 voti a favore, 141 contrari e 34 astenuti. La risoluzione chiede la modifica dei trattati dell'Unione europea per permettere che il Parlamento sia libero di decidere dell'ubicazione delle sue sedi, con l'intento di concentrare tutta l'attivita' a Bruxelles. ''Il Parlamento europeo sarebbe piu' efficiente, opportuno e rispettoso dell'ambiente se fosse situato in un unico luogo'', sostiene il testo approvato di cui e' relatore il britannico Ashley Cox (Ecr).

E' stato stimato che le sedi del Parlamento di Bruxelles e Strasburgo, unitamente agli uffici che si trovano a Lussemburgo, costano tra 156 e 204 milioni di euro l'anno, pari a circa il 10% del suo bilancio annuale.

bne/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Sinistra
Nasce il movimento degli ex Pd, primo nodo il rapporto col governo
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Pd
Pd, Cuperlo: calendario congresso è errore, voto negativo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech