lunedì 27 febbraio | 03:50
pubblicato il 16/gen/2016 11:54

Ue, Renzi a Junker: non è normale fare polemiche sul niente

Europa non è accozzaglia di regole, o è ideale o non è

Ue, Renzi a Junker: non è normale fare polemiche sul niente

Roma, 16 gen. (askanews) - "In un momento in cui il mondo è attraversato da tensioni vi rendete conto se può essere normale fare polemiche assurde sul niente?". Lo ha detto il premier Matteo Renzi intervenendo da Caserta ancora nella polemica con il presidente della commissione Ue Juncker.

"L'Europa - ha aggiunto Renzi - non può essere solo un pacchetto di regole da seguire ma o è un grande ideale o non è, è il tentativo di fare questa parte del mondo un faro di civiltà e bellezza. L'Europa non è semplicemente un'accozzaglia di regolamenti. Noi li rispettiamo tutti e mettiamo il nostro onore per ridurre le procedure di infrazione e andare a testa alta. Diciamo con molta franchezza che l'Europa è innanzitutto identità, cultura e idealità. E' finito il tempo in cui qualcuno immagina di telecomandarci da fuori, meritiamo rispetto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech