sabato 03 dicembre | 23:19
pubblicato il 03/lug/2013 10:10

Ue: ok Commissione a flessibilita' bilanci. Letta, ce l'abbiamo fatta!

Ue: ok Commissione a flessibilita' bilanci. Letta, ce l'abbiamo fatta!

 

(ASCA) - Roma, 3 lug - ''Ce l'abbiamo fatta! La Commissione Ue ha annunciato ora l'ok a piu' flessibilita' per i prossimi bilanci per i paesi, come Italia, con i conti in ordine''. Lo ha scritto sul suo profilo Twitter il premier Enrico Letta. ''Il Governo italiano raccoglie con grande soddisfazione un risultato importante, forse il piu' importante di tutti nel rapporto con le Istituzioni europee. Il Presidente della Commissione Europea, Barroso ha infatti appena annunciato a Strasburgo per i Paesi usciti dalla procedura di deficit eccessivo, come l'Italia, una maggiore flessibilita' di bilancio nel 2014 per investimenti produttivi e per rilanciare la crescita'', ha poi sottolineato il presidente del Consiglio, in un comunicato. Secondo il premier la decisione della Commissione ''e' il premio per la scommessa che questo Governo ha fatto fin dall'inizio sul rispetto degli obiettivi di finanza pubblica''. brm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Riforme
Referendum, Salvini cavalca no per battezzare destra trumpista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari