venerdì 20 gennaio | 17:27
pubblicato il 13/feb/2012 21:30

Ue/ Napolitano: E' necessario farne unione politica piena

Realizzare disegno istituzionale pieno. Con voce unica nel mondo

Ue/ Napolitano: E' necessario farne unione politica piena

Roma, 13 feb. (askanews) - "Forse oggi, nel crogiuolo di una crisi per l'Europa ancora non risolta, torna ad affacciarsi la necessità, la prospettiva, il disegno di una Europa che si faccia pienamente Unione politica, in tutte le sue implicazioni anche istituzionali". Lo ha affermato, fra l'altro, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel discorso in occasione della cena di Stato offerta al Quirinale per il Presidente tedesco Chrristian Wulff. "Operiamo insieme con fiducia in questo senso, con sentimenti di stima e di amicizia - ha esortato Napolitano all'indirizzo dell'ospite tedesco- reagendo ai vecchi, banali stereotipi che rimbalzano da un paese contro l'altro, affrontando senza infingimenti ma con volontà costruttiva diversità di opinioni e di posizioni sui temi della quotidiana, concreta politica europea". Perchè "ci occorre mettere in campo la valenza complessiva della costruzione europea: la capacità, soprattutto, dell'Europa di parlare con una sola voce sul piano internazionale, di proiettarsi con sue proposte e iniziative in tutte le aree mondiali - a cominciare da quelle più vicine, il Mediterraneo e il Medio Oriente - e in tutte le sedi politiche nelle quali ci sia da operare per la pace, per la salvaguardia dell'ambiente, per uno sviluppo economico e civile che assicuri livelli di occupazione e condizioni di vita accettabili, libertà democratiche e diritti umani". "Facciamo sempre vivere tra noi, tra i nostri popoli, tra i nostri cittadini, anche quella corrente di umana vicinanza e solidarietà, che si è espressa ancora ieri in un comune omaggio e rinnovato cordoglio per le vittime, italiane, tedesche, e di non pochi altri paesi, della tragedia della nave Concordia. Nello stesso spirito il governo e il popolo tedesco ci furono vicini a Onna, dopo il terremoto dell'Aquila", ha ricordato ancora il Capo dello Stato. "E' con questo augurio e insieme con quello di un proficuo esito degli incontri che voi tutti giunti col Presidente dalla Germania, avrete in questi giorni in Italia ed è con l'augurio di un ulteriore forte sviluppo dell'amicizia tra i nostri paesi e del loro impegno congiunto per l'unità e il futuro dell'Europa, che invito voi tutti a levare il calice", ha brindato il Presidente della Repubblica

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire