venerdì 09 dicembre | 01:27
pubblicato il 26/gen/2012 05:10

Ue/ Monti: Capi di governo mettano la faccia sulla crescita

E Merkel da Davos ribadisce: non prendiamo impegni impossibili

Ue/ Monti: Capi di governo mettano la faccia sulla crescita

Roma, 26 gen. (askanews) - Il tema della crescita sarà "davvero al centro" del Consiglio europeo di lunedì, con l'auspicio che i capi di Stato e di governo "ci mettano la faccia". Ne è certo il presidente del Consiglio Mario Monti, che parlando alla Camera sulle mozioni in materia di politiche Ue ha spiegato: "Se si riesce a chiudere questa lunga discussione sul fiscal compact, e la attenzione dei capi di Stato e di governo potrà concentrarsi davvero sulla crescita mettendoci la faccia, questo dovrebbe determinare un impegno concreto sul fronte della crescita". Del resto, che la crescita sia fondamentale per rendere sostenibile il rigore, Monti lo ribadisce ancora una volta: "Se un Paese si spreme ma non cresce, gli andamenti dell'economia reale renderebbero non sostenibile il risanamento". E mentre Monti parlava a Roma, da Davos si esprimeva sul tema del futuro europeo anche la cancelliera tedesca, ANgela Merkel. La Germania ha già dimostrato la sua determinazione nel giocare un ruolo chiave nel combattere la crisi dell'Eurozona ma non può assumersi impegni che non può mantenere ha detto nel suo discorso d'apertura al Forum economico mondiale, sottolineando che Berlino è pronta a prove di solidarietà e a difendere l'euro. Secondo il Cancelliere le risorse attualmente a disposizione dell'Europa per far fronte alla crisi sono sufficienti: l'attuale Fondo di Stabilità Europeo (Efsf) dispone di 250 miliardi di euro e il suo successore, il Meccanismo Europeo di Stabilità (Esm), in funzione dal prossimo luglio, avrà una capacità di finanziamento pari a 500 miliardi di euro: "C'è chi dice che non è sufficiente, alcuni dicono che bisogna raddoppiarlo, altri triplicarlo, perchè solo allora si avrà la prova della vostra solidarietà - ha detto oggi Merkel - ma mi chiedo se sia ancora credibile". In una intervista a vari quotidiani europei, Merkel ha anche evocato la visone di una "Unione politica europea": "Passo dopo passo, dobbiamo avvicinarci in ogni settore politico. Ci accorgiamo infatti sempre più che ogni tema affrontato ai nostri confini interessa anche noi e viceversa. L'Europa è politica interna".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni