martedì 24 gennaio | 12:39
pubblicato il 30/mag/2013 11:44

Ue: Moavero, con clausola revisione bilancio piu' fondi lavoro giovani

Ue: Moavero, con clausola revisione bilancio piu' fondi lavoro giovani

(ASCA) - Roma, 30 mag - L'inserimento della clausola di revisione del bilancio Ue 2014-2020, il cosiddetto quadro finanziario pluriennale brevemente toccato anche dal vertice dello scorso 22 maggio, potrebbe portare ''ad un aumento delle linee di bilancio introdotte dall'attuale esercizio: penso in particolare alla linea per la disoccupazione giovanile''. Lo ha detto il ministro per gli Affari esteri, Enzo Moavero Milanesi in audizione davanti alle commissioni Esteri, Bilancio e Politiche Ue di Camera e Senato sul vertice Ue del 22 maggio.

Il ministro ha ricordato come nell'intervento introduttivo del vertice, il presidente del Parlamento europeo, Schulz abbia illustrato la posizione fortemente favorevole del Parlamento all'introduzione della clausola di revisione, nel 2015 o forse nel 2016, sia nei termini di un rifinanziamento delle poste eventualmente esaurite, ma anche come possibile flessibilita' tra le poste di bilancio. La decisione in tal senso sara' presa nelle prossime settimane.

Tornando alla linea di bilancio a sostegno del lavoro giovanile, ha proseguito Moavero, la posta attualmente ''ammonta a 6 miliardi in 7 anni, da dividersi ovviamente tra i 28 Paesi membri. Se questa linea venisse anticipata, con la presentazione dei progetti da finanziare gia' nel secondo semestre del 2013, le risorse potrebbero essere a disposizione gia' a partire dai primi mesi del 2014 ed essere un importante sostegno ad incisive iniziative e politiche di lotta alla disoccupazione dei giovani e di rilancio economico''. Per quanto riguarda nello specifico il nostro Paese, ha ricordato il ministro, a questi importi si affiancano quelli derivati dal cofinanziamento, che rappresenta un ''volano significativo''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
L.elettorale
L.elettorale, Grasso: riforma dovrà attendere motivazioni Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4