venerdì 24 febbraio | 14:38
pubblicato il 28/set/2013 13:01

Ue: mercoledi' la prima di serie riunioni chiave per nuovo bilancio

Ue: mercoledi' la prima di serie riunioni chiave per nuovo bilancio

(ASCA) - Bruxelles, 28 set - Mercoledi' si apre un periodo cruciale per il bilancio pluriennale dell'Unione europea, con il trilogo (Commissione-Parlamento-Consiglio) chiamato a discutere la proposta emendativa di bilancio della Commissione europea per il 2013. Si tratta di un tassello fondamentale nel complesso negoziato per le nuove risorse dell'Ue per i prossimi sette anni, in quanto il Parlamento ha legato il proprio via libera all'accordo politico sul budget 2014-2020 (Mff) alla copertura totale delle spese per l'anno in corso. Il 27 marzo scorso la Commissione ha proposto una manovra correttiva da 11,2 miliardi, ma di queste risorse aggiuntive necessarie per onorare gli impegni di spesa i ventotto hanno garantito solo i due terzi (7,3 miliardi). Per chiudere l'anno in parita' come richiesto da trattati - l'esercizio finanziario non si puo' chiudere in deficiti, ricordano a Bruxelles - servono dunque altri 3,9 miliardi. La Commissione Ue ha presentato la seconda proposta di correzione del bilancio 2013 lo scorso 25 settembre, e ora si avvia il negoziato con cui poter porre fine allo scontro Parlamento-Consiglio e procedere alla chiusura del dossier Mff.

Il calendario e' pressoche' obbligato: il testo sara' prima all'attenzione degli Stati membri, e solo successivamente all'attenzione del Parlamento. Il primo appuntamento utile per votare il testo e' il 15 ottobre, in occasione del consiglio Ecofin di Lussemburgo. Si tratta anche dell'ultima occasione utile per licenziare il testo (a meno di Ecofin straordinari) dato che serve il via libera del Parlamento nella sessione plenaria di ottobre (21-24). I 3,9 miliardi di proposta emendativa servono infatti per garantire i pagamenti da effettuare entro il 31 ottobre, e per approvare la proposta emendativa varata pochi giorni fa non ci sono margini. Se non c'e' accordo salta anche l'intero dossier sul bilancio settennale. Il negoziato si annuncia complesso: a quanto pare Gran Bretagna, Finlandia, Danimarca, Svezia e Paesi Bassi non intendono mettere soldi. In mezzo ci sono gli altri paesi che chiedono ciascuno le proprie rassicurazioni.

Quella del 25 settembre e' infatti, complessivamente, l'ottava proposta emendativa per il budget 2013: il 18 marzo la Commissione ha presentato la rettifica per il contributo dovuto all'ingresso della Croazia, il 27 marzo e' stata avanzata la proposta da 11,2 miliardi di cui ancora si discute per la quota mancante. Il 15 aprile e' stata approvata la modifica dovuta a entrate extra per un miliardo nel 2012, il 29 aprile sono state presentate modifiche per dotare di maggiori risorse l'Agenzia Gnss e la Corte di giustizia, il 2 maggio la Commissione ha chiesto la mobilizzazione di 14,6 milioni per le inondazioni in Austria, Slovenia e Croazia. Ancora, la sesta proposta emendativa e' arrivata il 10 luglio, con la richiesta di pagamento delle mancate riscossione dei dazi doganali (mancano all'appello circa 2,8 miliardi), mentre la settima proposta emendativa risale al 25 luglio, quando la Commissione ha proposto di garantire 150 milioni di euro ai maggiori contributori del 'rebate' britannico, il rimborso per le spese sostenute a favore dell'Ue (Bruxelles intende garantire 100 milioni alla Francia, 30 milioni all'Italia, 20 milioni alla Spagna).

Mercoledi' il trilogo dovra' fornire una prima indicativa risposta su un dossier tanto delicato quanto complicato.

bne/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech