lunedì 05 dicembre | 17:47
pubblicato il 09/dic/2013 20:07

Ue: Letta, serve un soprassalto di europeismo per evitare la distruzione

Ue: Letta, serve un soprassalto di europeismo per evitare la distruzione

(ASCA) - Roma, 9 dic - ''C'e' bisogno di un soprassalto di europeismo. Bisogna combattere tra due alternative, tra l'Europa di oggi e la distruzione dell'Europa, come vogliono gli antieuropeisti''. E' quanto ha affermato il presidente del Consiglio, Enrico Letta, nel corso del convegno ''Italia-Spagna, per un'Europa piu' forte''. Ricordando come ''per la prima volta l'anno prossimo alle elezioni europee si discutera' anche di un tema europeo'' il premier ha sottolienato che le pulsioni e le pressioni antieuropeiste potrebbero giungere al punto che ''rischiamo di avere l'anno prossimo un quarto del Parlamento Ue espressione di forze antieuropeiste''. ''Bisogna aprire la riflessione su dove e' l'Europa oggi - ha proseguito Letta -. Per la prima volta dopo 30 anni manca il sogno europeo. Oggi sappiamo tutti che il sogno per i prossimi 10 anni, per l'Europa del 2023 non esiste. Semmai il tema e' quello di evitare i ritorni dietro dell'Europa, che in alcuni campi, come quello della difesa, ha gia' fatto e sta facendo passi indietro''. ''Cosi' com'e' l'Europa non va - ha sottolineato il presidente del Consiglio - l'Europa ha affrontato la crisi con strumenti sbagliati, con tecnicismi'' che ci hanno fatto del male. E' il momento dunque di ''impegnarsi e combattere per il futuro dell'Europa'' che secondo il premier puo' ''svoltare'' anche grazie all'impegno di due paesi come l'Italia e la Spagna da sempre amici ed accomunati da una visione omogenea dell'Europa, oltre che dai problemi interni molto simili. ''L'Europa degli Stati da sola non basta - ha continuato il Letta - occorrono le istituzioni. C'e' grande spazio per Italia e Spagna per essere incisivi. L'Europa sta chiudendo una legislazione 2009-2014 di sola austerita', con un Consiglio europeo trasformato in un meta-Ecofin e questo non e' accettabile. Noi abbiamo bisogno della prossima legislatura in cui l'Italia giochera' un ruolo importante in quanto alla presidenza del semestre. Dal primo luglio deve iniziare la legislatura della crescita per un'Europa forte e competitiva''. njb/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari