giovedì 19 gennaio | 18:46
pubblicato il 28/giu/2013 12:00

Ue/ Letta: Abbiamo vinto bene su lotta a disoccupazione

"Vittoria di misura su unione bancaria e pareggio su ruolo Bei"

Ue/ Letta: Abbiamo vinto bene su lotta a disoccupazione

Bruxelles, 28 giu. (askanews) - "Inizio questa conferenza stampa col sorriso, mi sembra che abbiamo ottenuto un risultato importante per l'Italia e per l'Europa: per usare una metafore calcistica, abbiamo vinto bene sulla lotta alla disoccupazione gionvanile, vinto di misura sull'unione bancaria e pareggiato sul ruolo della Banca europea degli investimenti". Così il presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha introdotto con i giornalisti il suo resoconto sui risultati del vertice Ue tenutosi ieri e oggi a Bruxelles, e dedicato in particolare alle misure concrete per il lavoro si giovani e il sostegno alle piccole e medie imprese. Polemizzando con quanti continuano a sollecitarlo, per imporre gli interessi italiani con i partner europei, a "battere i pugni sul tavolo", o "la scarpa come Nikita Krusciov" negli anni '50 alle Nazioni Unite, Letta ha detto di aver usato tutt'altro metodo per convincere il Consiglio europeo a dare massima priorità alla lotta alla disoccupazione e alle misure concrete per combatterla: "Abbiamo ottenuto buoni risultati perché abbiamo individuato un obiettivo, e siamo stati credibili presentando un piano nazionale che stava dentro il bilancio e non sfasciava i conti, e così abbiamo fatto sì che il tema diventasse importante per tutti i leader europei", compresa la cancelliera tedesca Angela Merkel, a cui il premier ha detto di aver parlato per prima, "già il 30 aprile", di questo proposito, poi accolto dal presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy. La "vittoria di misura" sull'unione bancaria, di cui l'accordo all'Ecofin di giovedì notte sul sistema di risoluzione delle crisi bancarie rappresenta un importante nuovo pilastro, è dovuta al fatto che è stato scongiurato un ambiguo tentativo di sostituire, nelle conclusioni del vertice, il riferimento a queso progetto e ai suoi tempi di realizzazione (con inizio nel 2014), sostituendolo con un generico riferimento a un maggiore coordinamento fra gli Stati membri, e non menzionando l'obbligo di costituire dei fondi nazionali di salvaguiardia contrio le crisi bancarie. Quanto al 'pareggio', per Letta la questione è che andrebbe rafforzato ancora di più il ruolo della Banca europea degli investimenti (Bei), per quanto riguarda il suo mandato di "far crescere l'economia", aumentando i suoi prestiti alle imprese anche più di quanto è stato deciso (il 40% nei prossimi due anni, la proposta iniziale era il 50%). Diversi Stati membri (i nordici e la Germania) hanno paventato che un aumento eccessivo dei prestiti della Banca rischierebbe di farle perdere la tripla A delle agenzie di rating. "Se la Bei non fa nulla - ha osservato il premier -, mantiene certamente la tripla A, ma non attua il suo mandato. Dal vertice - ha aggiunto - avrei sperato qualche cosa in più, una sottolineatura in più, perché l'Europa ha bisogno di una Bei più produttiva, che sia veramente un braccio per l'economia reale. E l'Italia - ha concluso Letta - continuerà a lavorare per quest'obiettivo, anche per proteggere la Bce", che questo ruolo di sostegno all'economia non può svolgerlo per statuto, come dimostra il fatto che sia stata attaccata per molto meno di fronte alla corte costituzionale tedesca di Karlsruhe.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale