martedì 21 febbraio | 22:29
pubblicato il 02/feb/2013 11:20

Ue: la prossima settimana in Consiglio a Bruxelles

(ASCA) - Bruxelles, 2 feb - Il nuovo bilancio settennale dell'Unione europea riempie l'agenda del Consiglio europeo della prossima settimana, con il vertice dei capi di Stato e di governo dei paesi membri dell'Ue chiamati a cercare un accordo sul programma di spesa per il periodo 2014-2020. Il vertice e' preceduto da una riunione a livello ministeriale per una discussione preparatoria in vista del summit. In mezzo la riunione straordinaria sul Mali.

Lunedi' a Bruxelles si riunisce il consiglio Affari generali.

I ministri cercano di finalizzare un accordo di bilancio per fornire ai capi di Stato e di governo una bozza su cui trovare un compromesso. Si tratta di una riunione preparatoria in vista del vertice di fine settimana. In agenda anche una discussione preliminare della bozza di agenda del vertice del Consiglio europeo del 14 e 15 marzo, che dovrebbe essere dedicato al progetto di unione bancaria.

Infine l'Irlanda, paese con la presidenza di turno del Consiglio Ue, espone il proprio programma per il semestre. Martedi' il Consiglio europeo ospita la riunione straordinaria sulla situazione in Mali. Oltre ai ministri degli Esteri dei ventisette stati membri, anche rappresentanti dell'Unione africana, delle Nazioni Unite e della Comunita' economica degli stati dell'Africa occidentale (Ecowas). Il vertice, presieduto dall'Alto rappresentante per gli Affari esteri dell'Ue, Cathrine Ashton, si sofferma sulla missione Ue di addestramento delle forze armate maliane (Eutm), e cerca di definire un miglior coordinamento degli sforzi internazionali a sostegno del Mali. Si vogliono inoltre stabilire le prossime tappe nella gestione della crisi del paese.

Giovedi' e venerdi' si tiene il vertice dei capi di Stato e di governo dei ventisette. Il Consiglio europeo cerca un accordo sul bilancio pluriennale dopo il nulla di fatto dello scorso novembre. Non solo budget nell'agenda dei lavori: si discute di relazioni commerciali dell'Ue con i partner strategici, della situazione in Mali e si esamina l'evoluzione della primavera araba. Si cerca di definire una strategia di assistenza a quei paesi che stanno attraversando una fase di transizione verso la democrazia. Possibile anche un confronto sulla Siria.

bne/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Campidoglio
Grillo: ammetto le colpe a Roma, ma andiamo avanti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia