venerdì 09 dicembre | 01:35
pubblicato il 23/giu/2014 13:38

Ue: Grasso, patto piu' flessibile, escludere costo riforme da deficit

Ue: Grasso, patto piu' flessibile, escludere costo riforme da deficit

(ASCA) - Roma, 23 giu 2014 - ''Serve un salto di qualita' nel governo economico dell'Unione. Le necessarie misure di contenimento della spesa pubblica devono essere adeguatamente bilanciate da azioni energiche per stimolare gli investimenti, la competitivita' e la crescita e per questo si impone un allentamento dei vincoli di bilancio: io credo serva una maggiore flessibilita' del patto di stabilita' che potrebbe escludere il costo delle riforme strutturali dal calcolo del deficit pubblico''. Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso intervenendo alla Conferenza dei presidenti dei gruppi politici del Parlamento Europeo in corso a Palazzo Madama alla presenza anche del presidente della Camera, Laura Boldrini.

''All'indomani della consultazione elettorale europea, il nostro primo comune impegno dovra' essere assicurare un confronto sereno, costruttivo e concreto fra le forze politiche - ha sottolineto la seconda carica dello Stato -.

La nuova legislatura europea dovra' confrontarsi con sfide epocali: la crisi economica e finanziaria, le migrazioni, la criminalita' organizzata, l'instabilita' geopolitica alle nostre porte, causata da conflitti, da poverta' e terrorismo.

Dobbiamo da subito pensare strategicamente''. Grasso ha quindi sottolineato come ''ci prepariamo ad affrontare il Semestre (di presidenza italiana, ndr) con la forte convinzione che occorra ridurre la distanza che i cittadini avvertono rispetto alle istituzioni europee puntando all'efficienza e democraticita' dei processi decisionali e restituendo al disegno europeo un'identita' culturale comune, un'anima europea comune che prevalga sugli egoismi nazionali nel nome della solidarieta', della liberta', dell'eguaglianza e della giustizia, quei valori cosi' faticosamente emersi dalla barbarie, dalle guerre, dai totalitarismi e dalle persecuzioni''.

Compito delle istituzioni parlamentari quindi , sono ancora le parole del presiente del Senato ''sara' esercitare un'azione di controllo e di stimolo, che auspico il piu' possibile integrata, perche' tali nuove misure siano assunte nel pieno rispetto del metodo comunitario, esaltando il ruolo di co-legislatore del Parlamento europeo e quello di custodi della sussidiarieta' dei Parlamenti nazionali che devono agire con intelligenza e costanza''. njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni