martedì 17 gennaio | 06:16
pubblicato il 23/giu/2014 13:38

Ue: Grasso, patto piu' flessibile, escludere costo riforme da deficit

Ue: Grasso, patto piu' flessibile, escludere costo riforme da deficit

(ASCA) - Roma, 23 giu 2014 - ''Serve un salto di qualita' nel governo economico dell'Unione. Le necessarie misure di contenimento della spesa pubblica devono essere adeguatamente bilanciate da azioni energiche per stimolare gli investimenti, la competitivita' e la crescita e per questo si impone un allentamento dei vincoli di bilancio: io credo serva una maggiore flessibilita' del patto di stabilita' che potrebbe escludere il costo delle riforme strutturali dal calcolo del deficit pubblico''. Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso intervenendo alla Conferenza dei presidenti dei gruppi politici del Parlamento Europeo in corso a Palazzo Madama alla presenza anche del presidente della Camera, Laura Boldrini.

''All'indomani della consultazione elettorale europea, il nostro primo comune impegno dovra' essere assicurare un confronto sereno, costruttivo e concreto fra le forze politiche - ha sottolineto la seconda carica dello Stato -.

La nuova legislatura europea dovra' confrontarsi con sfide epocali: la crisi economica e finanziaria, le migrazioni, la criminalita' organizzata, l'instabilita' geopolitica alle nostre porte, causata da conflitti, da poverta' e terrorismo.

Dobbiamo da subito pensare strategicamente''. Grasso ha quindi sottolineato come ''ci prepariamo ad affrontare il Semestre (di presidenza italiana, ndr) con la forte convinzione che occorra ridurre la distanza che i cittadini avvertono rispetto alle istituzioni europee puntando all'efficienza e democraticita' dei processi decisionali e restituendo al disegno europeo un'identita' culturale comune, un'anima europea comune che prevalga sugli egoismi nazionali nel nome della solidarieta', della liberta', dell'eguaglianza e della giustizia, quei valori cosi' faticosamente emersi dalla barbarie, dalle guerre, dai totalitarismi e dalle persecuzioni''.

Compito delle istituzioni parlamentari quindi , sono ancora le parole del presiente del Senato ''sara' esercitare un'azione di controllo e di stimolo, che auspico il piu' possibile integrata, perche' tali nuove misure siano assunte nel pieno rispetto del metodo comunitario, esaltando il ruolo di co-legislatore del Parlamento europeo e quello di custodi della sussidiarieta' dei Parlamenti nazionali che devono agire con intelligenza e costanza''. njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello