venerdì 24 febbraio | 09:29
pubblicato il 09/mag/2014 11:01

Ue: Gozi, vogliamo che significhi futuro, speranza e prospettiva comune

Ue: Gozi, vogliamo che significhi futuro, speranza e prospettiva comune

(ASCA) - Roma, 9 mag 2014 - ''Non c'e' bisogno di costruire gli Europei, esistono gia'. Tanti ragazzi italiani hanno gia' dimostrato di essere cittadini europei. Dobbiamo semmai aumentare la consapevolezza di cio' che siamo, perche' l'Europa e' quello che noi le permettiamo di essere''. E' l'esortazione che Sandro Gozi, Sottosegretario agli Affari Europei, rivolge oggi a tutti i cittadini dell'Unione in un video-messaggio pubblicato sul sito del Dipartimento Politiche Europee (www.politicheeuropee.it), in occasione della Festa dell'Europa, che ogni anno si celebra il 9 maggio per ricordare la storica dichiarazione di Robert Schuman.

Gozi ricorda che ''all'eta' di vent'anni quando il Muro di Berlino crollava, fui tra i pionieri del programma Erasmus e con me tanti, tantissimi, giovani europei che adesso stanno diventando o sono gia' classe dirigente in Europa. Il nostro dovere e' ora costruire un futuro per il nostro Paese e per la nostra Europa e rifare dell'Europa un progetto di speranza che risponda alle attese e alle aspirazioni dei ventenni di oggi''.

Per farlo occorre innanzitutto rispondere alle attese dei cittadini europei che ''si aspettano di trovare l'Europa nella politica estera, nelle politiche che affrontano i flussi migratori e soprattutto nelle aree di vicinato come il Mediterraneo, l'Ucraina, i Paesi orientali. Si aspettano un'Europa nei grandi progetti che riguardano l'istruzione e l'universita'''. Ma i cittadini europei chiedono anche un'Europa che ''non sia solo algoritmi finanziari ma innanzitutto diritti fondamentali, che non parli solo di economia e finanza ma anche e soprattutto di economia reale, di produzione industriale, di fonti energetiche e di lotta al cambiamento climatico. Si aspettano un'Europa che dia una svolta positiva per la crescita e per la lotta contro la disoccupazione''.

Alla vigilia di un importante voto per il rinnovo del Parlamento europeo e dell'inizio, il 1 luglio, del Semestre di presidenza italiana dell'Unione Europea, l'Italia, spiega Gozi, ''deve avere l'ambizione e il dovere di orientare le politiche europee per dare quelle risposte ai cittadini che finora sono state disattese. Il grande progetto europeo e' lottare contro le disuguaglianze e in questa sfida gli stati nazionali non possono farcela da soli. Da luglio vogliamo costruire un'Europa che significhi innanzitutto futuro, speranza, prospettiva comune''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech