lunedì 20 febbraio | 10:16
pubblicato il 23/giu/2014 16:15

Ue: De Girolamo, apertura Merkel segnale positivo

(ASCA) - Roma, 23 giu 2014 - ''Il patto di stabilita', che per troppi anni ha impedito alle amministrazioni virtuose di utilizzare le risorse a loro disposizione, finalmente diventa flessibile: da oggi, anche per la Merkel, stabilita' fa rima con flessibilita'''. Lo dichiara in una nota la presidente dei deputati del Nuovo Centrodestra, Nunzia De Girolamo, dopo che oggi la cancelliera tedesca, Angela Merkel, rispondendo ai giornalisti, ha fatto sapere di ritenere che il patto di stabilita' euopeo puo' essere applicato in modo flessibile relativamente ai singoli casi. ''I segnali distensivi giunti dalla Cancelliera tedesca fanno ben sperare che sia il modo migliore per iniziare il semestre europeo sotto la guida del nostro Paese. L'apertura nei confronti dell'Italia - conclude De Girolamo - testimonia una volta di piu' che sostenere un governo responsabile e riformatore e' stata la scelta giusta. Il coraggio del cambiamento ha illuminato anche la 'severa' Germania. Adesso la sfida e' nelle nostre mani''. com-sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia