domenica 22 gennaio | 11:21
pubblicato il 18/lug/2014 11:48

Ue: Chiti, urgentissimo rilancio sviluppo e occupazione

(ASCA) - Roma, 18 lug 2014 - ''Nell'agenda europea e' una priorita' combinare la coerenza degli impegni assunti nel coordinamento delle politiche economiche, con l'obiettivo urgentissimo del rilancio di uno sviluppo in grado di dare occupazione''. Lo ha detto il presidente della commissione Politiche dell'Unione europea del Senato Vannino Chiti nel corso del suo indirizzo di saluto all' incontro tra i presidenti delle commissioni competenti in materia di affari europei dei Parlamenti nazionali dell'Ue (Cosac). ''Nei paesi dell'Unione - ha aggiunto Chiti - ci sono circa 25 milioni di disoccupati. Con le elezioni del maggio scorso i cittadini ci hanno chiesto una maggiore attenzione ai profili della crescita e dell'occupazione. Il permanere della crisi economica finirebbe per travolgere le stesse regole di bilancio''. ''Un altro punto importante - continua - riguarda il ruolo politico dell'Unione in riferimento al Mediterraneo, all'Est europeo e alle questioni legate ai flussi migratori. Non dobbiamo indulgere in sterili polemiche sulle responsabilita', ma dobbiamo affrontarli insieme, con politiche europee. L'emergenza dei migranti e' prima di tutto una questione umanitaria, alla quale nessuno Stato membro si puo' sottrarre''. In conclusione, Chiti ha richiamato un ''grande obiettivo politico, sul quale vi sono convinzioni differenti, ma che in Italia e' largamente condiviso: la costruzione di una grande e vera democrazia sovranazionale europea, compiendo passi graduali ma coerenti. Il metodo intergovernativo, le decisioni importanti prese sostanzialmente nelle riunioni dei capi di governo mortificano il ruolo e le potenzialita' dell'Unione. Vediamo quanto sarebbe necessaria un'iniziativa forte e unitaria a livello europeo di fronte alle ostilita' tra Israele e palestinesi, in particolare Hamas, o alla crisi tra Ucraina e Russia. Anche da questa assemblea giunga un forte invito perche' in Medio Oriente cessino le ostilita' e riprendano negoziati che portino alla convivenza pacifica tra i due popoli, in due Stati''. com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4