mercoledì 18 gennaio | 07:35
pubblicato il 17/ott/2013 16:17

Ue: Chiodi, da rivedere criteri ripartizione risorse a Regioni

(ASCA) - L'Aquila, 17 ott - ''Il criterio della ripartizione delle risorse e' un problema sollevato gia' da tempo e su cui mi sto battendo a tutti i livelli''. Il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, risponde cosi' a una lettera inviata da Confindustria in cui si palesa preoccupazione sulle risorse di cui andrebbe a beneficiare l'Abruzzo per il settennato 2014-2020. ''Sono grato per il suo intervento al Presidente regionale di Confindustria, Angelucci con il quale condivido pienamente l'allarme - prosegue Chiodi - Devo pero' sottolineare che gia' da tempo ho rappresentato il problema in sede di Conferenza delle Regioni, a livello governativo ed europeo, per modificare i criteri di ripartizione delle risorse, pur in presenza di tagli drammatici sui Fondi strutturali europei a livello nazionale. Del resto - il Governatore abruzzese - la programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2014-2020 per l'Abruzzo rappresenta un importante strumento per le politiche di sviluppo regionale, per cui abbiamo sottoscritto un documento unitario con le altre Regioni in transizione, nel quale chiediamo un incontro urgente con il ministro per la Coesione territoriale, Carlo Trigilia, per rivedere alcune percentuali di compartecipazione sui fondi europei 2014-2020 e recuperare il gap di partenza nei confronti delle altre Regioni''. Chiodi ricorda altresi' che ''il 4 ottobre a Roma, davanti a una platea qualificata, sia come rappresentante delle Regioni italiane, sia come delegato dall'Assemblea regioni europee (Aer), ho lanciato un allarme in diretta streaming, sostenendo una posizione molto dura davanti ai rappresentanti di istituzioni europee, europarlamentari, autorita' regionali e nazionali italiane, imprese e associazioni, riuniti proprio per discutere dei fondi strutturali europei 2014-2020''. ''I numeri sono in continua evoluzione - conclude Chiodi - e fino a quando non avremo avuto consapevolezza di un giusto riequilibrio non abbasseremo la guardia''. iso/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa