lunedì 27 febbraio | 06:32
pubblicato il 17/ott/2013 16:17

Ue: Chiodi, da rivedere criteri ripartizione risorse a Regioni

(ASCA) - L'Aquila, 17 ott - ''Il criterio della ripartizione delle risorse e' un problema sollevato gia' da tempo e su cui mi sto battendo a tutti i livelli''. Il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, risponde cosi' a una lettera inviata da Confindustria in cui si palesa preoccupazione sulle risorse di cui andrebbe a beneficiare l'Abruzzo per il settennato 2014-2020. ''Sono grato per il suo intervento al Presidente regionale di Confindustria, Angelucci con il quale condivido pienamente l'allarme - prosegue Chiodi - Devo pero' sottolineare che gia' da tempo ho rappresentato il problema in sede di Conferenza delle Regioni, a livello governativo ed europeo, per modificare i criteri di ripartizione delle risorse, pur in presenza di tagli drammatici sui Fondi strutturali europei a livello nazionale. Del resto - il Governatore abruzzese - la programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2014-2020 per l'Abruzzo rappresenta un importante strumento per le politiche di sviluppo regionale, per cui abbiamo sottoscritto un documento unitario con le altre Regioni in transizione, nel quale chiediamo un incontro urgente con il ministro per la Coesione territoriale, Carlo Trigilia, per rivedere alcune percentuali di compartecipazione sui fondi europei 2014-2020 e recuperare il gap di partenza nei confronti delle altre Regioni''. Chiodi ricorda altresi' che ''il 4 ottobre a Roma, davanti a una platea qualificata, sia come rappresentante delle Regioni italiane, sia come delegato dall'Assemblea regioni europee (Aer), ho lanciato un allarme in diretta streaming, sostenendo una posizione molto dura davanti ai rappresentanti di istituzioni europee, europarlamentari, autorita' regionali e nazionali italiane, imprese e associazioni, riuniti proprio per discutere dei fondi strutturali europei 2014-2020''. ''I numeri sono in continua evoluzione - conclude Chiodi - e fino a quando non avremo avuto consapevolezza di un giusto riequilibrio non abbasseremo la guardia''. iso/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech