sabato 25 febbraio | 17:03
pubblicato il 22/gen/2014 18:45

Ucraina: Pittella, Ue non puo' restare a guardare. Subito sanzioni

Ucraina: Pittella, Ue non puo' restare a guardare. Subito sanzioni

(ASCA) - Roma, 22 gen 2014 - ''Mentre gli Usa impongono sanzioni contro l'Ucraina, l'Unione europea si limita a fare appelli di principio restando de facto a guardare. Servano subito sanzioni contro i leader del regime ucraino, negando loro il visto e bloccando i conti corrente europei''. Lo dichiara Gianni Pittella, vice presidente vicari de Parlamento europeo ed esponente Pd, intervistato da Repubblica.it. ''Una presa di posizione forte da parte di Bruxelles - dice Pittella - e' indispensabie per far capire al presidente Viktor Yanukovych che la deriva autoritaria che ha impresso al Paese con violenze contro manifestanti e giornalisti non e' solo una questione interna ma va a scontrarsi contro l'Ue. Non e' accettabile la mortificazione dei diritti umani e noi europei non puo' restare in silenzio se questo avviene in un Paese storicamente e culturalmente parte del'Europa''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Pd
Pd, Cuperlo: calendario congresso è errore, voto negativo
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech