lunedì 27 febbraio | 15:22
pubblicato il 21/feb/2014 11:47

Ucraina: Boldrini riceve figlia Yulia Tymoshenko, ''stop a violenze''

(ASCA) - Roma, 21 feb 2014 - La Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, ha ricevuto stamane Yevhenia Tymoshenko, figlia dell'ex primo ministro e leader dell'opposizione ucraina Yulia, accompagnata dal Vice Presidente del Parlamento europeo, Gianni Pittella.

L'incontro avviene all'indomani dei sanguinosi scontri a Kiev che hanno causato la morte di circa cento persone ed il ferimento di altre centinaia. Lo rende noto un comunicato stampa della Presidenza della Camera. ''Il mio primo pensiero va alla popolazione ucraina, colpita da un lutto inimmaginabile ed inaccettabile per un Paese confinante con l'Unione europea'', ha dichiarato la Presidente Boldrini. ''E' ora essenziale che l'accordo che si annuncia essere stato raggiunto nella notte tra le autorita' e l'opposizione ucraine venga effettivamente promulgato. In Ucraina devono cessare immediatamente le violenze e deve essere avviato un percorso pacifico e democratico.

Fondamentale in questo processo deve essere il ruolo del Parlamento''. ''La determinazione ed il coraggio di Yevhenia Tymoshenko sono straordinari'', ha detto la Presidente Boldrini al termine dell'incontro, proseguendo: ''In un momento cosi' drammatico per il suo Paese, questa giovane donna dimostra come ci si possa battere per un ideale in maniera ferma, ma composta. Yevhenia Tymoshenko ed i giovani in piazza a Kiev ricordano a tutti noi - cittadini europei tra i quali crescono l'euroscetticismo ed il distacco dalla vita politica - che il progetto europeo e' capace di suscitare grande entusiasmo e di mobilitare masse che nell'Unione Europea vedono una prospettiva di diritti e sviluppo.''. ''La crisi ucraina ha dimostrato'', ha concluso la Presidente, ''che l'Europa puo' agire con forza ed in maniera unitaria per difendere i diritti umani e per contribuire alla stabilita' della regione. Alla vigilia delle elezioni europee, in cui si leveranno le voci di chi predica un ritorno ai nazionalismi, da Kiev e da Bruxelles giunge la risposta: l'Europa c'e', e per farne parte c'e' chi e' disposto a battersi''.

com-sgr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Vitalizi
M5s: pensioni parlamentari come cittadini, basta ok a delibera
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech