mercoledì 07 dicembre | 12:01
pubblicato il 20/gen/2012 21:22

Tv/ Monti: Frequenze non possono essere date senza corrispettivo

Se Mediaset crede avere diritti naturale si riservi farli valere

Tv/ Monti: Frequenze non possono essere date senza corrispettivo

Roma, 20 gen. (askanews) - "E' naturale che una azienda" come Mediaset "si riservi di far valere i propri diritti se ritiene di averli, così come credo che l'opinione pubblica non sia sorpresa dalla decisione" presa dal Consiglio dei ministri sulla sospensione del beauty contest. Lo dice il presidente del Consiglio, Mario Monti, in un'intervista a 'Otto e mezzo'. "Le frequenze - spiega il premier - sono un bene scarso, un bene pubblico. Erano state prese certe decisioni per l'attribuzione, ma noi non vediamo perché, nel momento in cui abbiamo dovuto chiedere grandi sacrifici a molti, una risorsa pubblica venga concessa senza corrispettivo". "Non so cosa faremo dopo - osserva Monti - ma è naturale riflettere anche per ragionare sull'evoluzione tecnologica".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Governo
Bersani: Renzi vuole voto? Non si vince sulle macerie del Paese
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni