domenica 04 dicembre | 19:35
pubblicato il 14/apr/2014 12:00

Tutti M5S i più poveri in Senato, Petrocelli record: -296 euro

De Cristofaro e Petraglia di Sel unici non grillini in classifica

Tutti M5S i più poveri in Senato, Petrocelli record: -296 euro

Roma, 14 apr. (askanews) - Sono quasi tutti del MoVimento Cinque Stelle i componenti più poveri del Parlamento. Con il record di Vito Petrocelli: cinquant'anni, di professione geologo, nel 2012 ha prodotto addirittura un reddito negativo, -296 euro. Tre i senatori che invece non hanno proprio presentato la dichiarazione dei redditi, spiegando di non aver percepito alcun introito: la disoccupata di Sel Alessia Petraglia, e le grilline Daniela Donno (precaria) e Vilma Moronese (anche lei disoccupata). L'ex M5S Monica Casaletto, web designer ora al Misto, ha invece spiegato di essere a carico del coniuge, visto che anche per lei il reddito è pari a zero. E zero è anche il reddito dell'altro non grillino presente nella classifica dei più poveri di palazzo Madama: il funzionario di partito Peppe De Cristofaro, eletto (e dipendente) con Sel. Ma tolti Petraglia e De Cristofaro, il resto della classifica è tutto a Cinque Stelle: c'è l'avvocato Cristina De Pietro che ha dichiarato un imponibile di 1.000 euro tondi tondi; l'imprenditore Enrico Cappelletti con 3.440 euro; l'insegnante e interprete Michela Montevecchi con 5.013. E ancora: gli avvocati Francesco Molinari (5.314 euro) e Michele Giarrusso (7.248), l'impiegata Laura Bottici (6.705 euro), fino all'ingegnere Andrea Cioffi, che dichiara un reddito complessivo di 7.636 euro, ma tutto da lavoro dipendente: l'imponibile è dunque zero, e la categoria è quella dei cosiddetti 'incapienti'. Anche a Montecitorio la maggior parte dei grillini, a partire dall'attuale capogruppo Giuseppe Brescia e dal vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, non possiedono nulla. Alessandro Di Battista dichiara di aver guadagnato solo 3.176 euro. Dichiara zero però anche il deputato del Pd Leonardo Impegno che in compenso possiede una casa a Napoli mentre è di soli 846 euro il reddito imponibile del giovanissimo democratico Enzo Lattuca, classe 1988. Tra i grillini della Camera tuttavia c'è anche chi ha un reddito più che dignitoso: la siciliana Giulia Grillo, professione medico legale, dichiara 62.420 euro e Mattia Fantinati, ingegnere, 58.724 euro.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari