domenica 04 dicembre | 11:14
pubblicato il 20/giu/2016 01:56

Trionfo M5s a Roma e Torino, Milano e Bologna al Pd

Per i Dem "sconfitte senza attenuanti". Grillo: 'Ora cambia tutto'

##Trionfo M5s a Roma e Torino, Milano e Bologna al Pd

Roma, 20 giu. (askanews) - Trionfo M5s a Roma e a Torino, Pd vincente a Milano e Bologna, De Magistris confermato a Napoli. E' l'esito dei ballottaggi nelle principali città italiane.

Il secondo turno delle Comunali segna la schiacciante vittoria delle candidate pentastellate Virginia Raggi a Roma (67,2%) e, a sopresa, di Chiara Appendino a Torino. "Il MoVimento 5 Stelle - esulta il blog di Beppe Grillo - ha vinto a Roma e Torino. E' un giorno storico, da oggi cambia tutto".

"Io sono pronta a governare, sarò il sindaco di tutti", ha detto la Raggi, primo sindaco donna della Capitale, che ha ricevuto le congratulazioni dello sfidante Roberto Giachetti (Pd). La Appendino ha superato, con il 54,56%, il sindaco uscente Piero Fassino, non un candidato qualunque, ma un politico più volte ministro, ultimo segretario dei Ds e tra i fondatori del Pd. "Finalmente è giunto il nostro tempo", ha commentato la neo-eletta.

Il Pd vince a Milano con Sala (51,7% su Stefano Parisi del centrodestra) e conferma Virginio Merola a Bologna. Vittorie che non stemperano l'amarezza del partito. "I ballottaggi segnano per i candidati del Pd una sconfitta netta senza attenuanti a Torino e Roma contro le candidate del M5s e una vittoria chiara e forte a Milano e Bologna contro i candidati delle Destre", si legge in una nota del partito, che ha convocato per il prossimo 24 giugno una direzione per una riflessione sul voto. Sicuramente un campanello di allarme per il premier e segretario Matteo Renzi, che ha seguito lo spoglio dal Nazareno insieme allo stato maggiore Dem.

"Partito democratico renziano in crisi nerissima e centrodestra unito competitivo ovunque. Renzi - attacca Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera - ha poco da stare sereno, da domani cambia tutto". "I cittadini non credono più in Renzi", ha commentato il leader leghista Matteo Salvini.

A Napoli si conferma Luigi De Magistris, con il 66,85%. "Abbiamo vinto - ha commentato - contro il candidato ufficiale del Pd, contro il Presidente del Consiglio in piena campagna elettorale, contro i 5 stelle, contro Gianni Lettieri, Berlusconi, la camorra e tutti i poteri forti che hanno fatto di tutto per non farci vincere, e contro buona parte dell'informazione che si è schierata contro".

Nel complesso, nei Comuni capoluogo al ballottaggio, il centrodestra ottiene 10 sindaci (tra cui Trieste e Pordenone", 8 il centrosinistra (Varese e Caserta, tra gli altri), 3 il M5s (oltre a Roma e Torino, Carbonia).

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari