sabato 21 gennaio | 16:29
pubblicato il 20/giu/2016 01:56

Trionfo M5s a Roma e Torino, Milano e Bologna al Pd

Per i Dem "sconfitte senza attenuanti". Grillo: 'Ora cambia tutto'

##Trionfo M5s a Roma e Torino, Milano e Bologna al Pd

Roma, 20 giu. (askanews) - Trionfo M5s a Roma e a Torino, Pd vincente a Milano e Bologna, De Magistris confermato a Napoli. E' l'esito dei ballottaggi nelle principali città italiane.

Il secondo turno delle Comunali segna la schiacciante vittoria delle candidate pentastellate Virginia Raggi a Roma (67,2%) e, a sopresa, di Chiara Appendino a Torino. "Il MoVimento 5 Stelle - esulta il blog di Beppe Grillo - ha vinto a Roma e Torino. E' un giorno storico, da oggi cambia tutto".

"Io sono pronta a governare, sarò il sindaco di tutti", ha detto la Raggi, primo sindaco donna della Capitale, che ha ricevuto le congratulazioni dello sfidante Roberto Giachetti (Pd). La Appendino ha superato, con il 54,56%, il sindaco uscente Piero Fassino, non un candidato qualunque, ma un politico più volte ministro, ultimo segretario dei Ds e tra i fondatori del Pd. "Finalmente è giunto il nostro tempo", ha commentato la neo-eletta.

Il Pd vince a Milano con Sala (51,7% su Stefano Parisi del centrodestra) e conferma Virginio Merola a Bologna. Vittorie che non stemperano l'amarezza del partito. "I ballottaggi segnano per i candidati del Pd una sconfitta netta senza attenuanti a Torino e Roma contro le candidate del M5s e una vittoria chiara e forte a Milano e Bologna contro i candidati delle Destre", si legge in una nota del partito, che ha convocato per il prossimo 24 giugno una direzione per una riflessione sul voto. Sicuramente un campanello di allarme per il premier e segretario Matteo Renzi, che ha seguito lo spoglio dal Nazareno insieme allo stato maggiore Dem.

"Partito democratico renziano in crisi nerissima e centrodestra unito competitivo ovunque. Renzi - attacca Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera - ha poco da stare sereno, da domani cambia tutto". "I cittadini non credono più in Renzi", ha commentato il leader leghista Matteo Salvini.

A Napoli si conferma Luigi De Magistris, con il 66,85%. "Abbiamo vinto - ha commentato - contro il candidato ufficiale del Pd, contro il Presidente del Consiglio in piena campagna elettorale, contro i 5 stelle, contro Gianni Lettieri, Berlusconi, la camorra e tutti i poteri forti che hanno fatto di tutto per non farci vincere, e contro buona parte dell'informazione che si è schierata contro".

Nel complesso, nei Comuni capoluogo al ballottaggio, il centrodestra ottiene 10 sindaci (tra cui Trieste e Pordenone", 8 il centrosinistra (Varese e Caserta, tra gli altri), 3 il M5s (oltre a Roma e Torino, Carbonia).

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4