mercoledì 18 gennaio | 00:44
pubblicato il 14/mar/2014 14:29

Trasporti/Senato: ferrovie, si' a sanzioni violazioni diritti passeggeri

(ASCA) - Roma, 14 mar 2014 - Si e' concluso con l'espressione di un parere favorevole con condizioni e osservazioni l'esame in commissione Lavori pubblici del Senato dello schema di decreto legislativo recante disciplina sanzionatoria delle violazioni delle disposizioni del regolamento (CE) n.

1371/2007 relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario. Nel parere si ricorda l'urgenza di adottare il decreto visto che la Commissione europea ha avviato una procedura d'infrazione nei confronti dell'Italia per non avere ottemperato agli obblighi sanciti dal regolamento comunitario, in particolare per la mancata designazione dell'organismo di controllo nazionale e la mancata individuazione delle sanzioni applicabili alle violazioni della normativa. La materia, osserva la commissione, rientra nelle competenze dell'Autorita' di regolazione dei trasporti - pienamente operativa dal 15 gennaio scorso - con particolare riferimento a quelle relative alla tutela dei diritti degli utenti e dunque appare opportuno che ''le funzioni di organismo di controllo siano direttamente attribuite all'Autorita' di regolazione dei trasporti, sopprimendo le previsioni contenute nello schema in esame, in base alle quali, nelle more della piena operativita' dell'Autorita', tali funzioni sono in via transitoria attribuite alla Direzione generale per il trasporto ferroviario del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti''. La commissione poi, condividendo le osservazioni del presidente dell'Autorita' Andrea Camanzi ascoltato in audizione nel corso dell'esame, ha inserito tra le condizioni: l'aumento dell'organico dell'organismo di regolazione di almeno 10 unita', la trattazione dei reclami dei passeggeri da parte dell'Authority solo in seconda istanza perche' prima i viaggiatori dovrebbero rivolgersi ai gestori del servizio, la previsione che sia l'Autorita', con propri provvedimenti, a definire la disciplina attuativa in merito a modalita', procedure e termini per la presentazione dei reclami, l'accertamento delle violazioni e l'irrogazione delle sanzioni. lcp/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa