lunedì 23 gennaio | 18:10
pubblicato il 16/nov/2013 13:45

Trasporti/Camera: sicurezza, nel 2012 ispezionati da Enac 784 aerei

(ASCA) - Roma, 16 nov - Il programma europeo Safety Assessment of Foreign Aircraft (Safa), obbligatorio in tutti i Paesi Ue per mantenere alti gli standard di sicurezza, prevede ispezioni di rampa a campione sugli aeromobili in transito sugli aeroporti comunitari secondo procedure prestabilite. In Italia a effettuare i controlli e' l'Ente nazionale per l'aviazione civile che nel 2012 ha condotto 857 ispezioni su 784 aeromobili appartenenti a 395 diversi operatori provenienti da 83 Paesi. In totale i rilievi sono stati 929 e di questi 314 hanno richiesto un'azione correttiva prima del volo. Queste le cifre fornite dal sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Rocco Girlanda rispondendo il 13 novembre in commissione Trasporti, poste e telecomunicazioni a un'interrogazione firmata dai deputati del M5S Ivan Catalano e Maria Edera Spadoni in cui, partendo da un inconveniente grave occorso l'estate scorsa a Malpensa a un aereo della compagnia easyJet, si chiedeva conto dell'efficacia del programma Safa. In merito al caso di easyJet - oggetto di 29 ispezioni Safa nel 2012 e 23 quest'anno - l'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo, che ha aperto subito l'inchiesta di sicurezza ancora in corso, dalle prime evidenze ha potuto stabilire che l'inconveniente grave - ha detto Girlanda - ''era stato ragionevolmente provocato dal mancato bloccaggio della cappottatura motore al termine di un intervento manutentivo di linea, effettuato poco prima della partenza''.

Da una ricerca condotta per verificare l'esistenza di precedenti simili l'Ansv ha appurato che il 24 maggio 2013, ad un Airbus A319 di British Airways era occorso un evento analogo a Londra Heathrow, causando nella circostanza un incidente per fuoco motore. L'Ansv ha quindi contattato l'omologa Autorita' investigativa britannica, competente per l'inchiesta di sicurezza relativa all'incidente, per definire un piano coordinato d'azione ed e' stato organizzato un incontro congiunto presso l'Agenzia europea per la sicurezza aerea, in quanto autorita' di certificazione dei prodotti Airbus. ''La riunione - ha concluso Girlanda - si e' rivelata utile per individuare le possibili strategie finalizzate ad evitare che si ripetano eventi analoghi; conseguentemente, l'Ansv sta valutando la possibilita' di emanare alcune raccomandazioni di sicurezza''.

lcp/vlm/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4