domenica 22 gennaio | 16:15
pubblicato il 14/feb/2014 14:08

Trasporti/Camera: Destinazione Italia, ok Aula. Testo al Senato

(ASCA) - Roma, 14 feb 2014 - Alle battute finali il dl Destinazione Italia. L'11 febbraio l'Aula della Camera ha approvato il ddl di conversione del decreto che e' stato trasmesso al Senato dove le commissioni riunite Finanze e Attivita' produttive hanno gia' avviato l'esame fissando a lunedi' 17 il termine per presentare emendamenti. Il via libera dell'Aula del Senato e' atteso entro la prossima settimana al massimo entro il 21, giorno di scadenza del dl.

Il provvedimento urgente contiene diverse misure di interesse per il trasporto aereo come lo stop alla doppia imposizione dell'addizionale comunale sui diritti d'imbarco per i passeggeri in transito negli scali nazionali se provenienti da scali domestici, l'introduzione di misure trasparenti per l'erogazione di contributi da parte dei gestori aeroportuali ai vettori per l'avvio di nuove rotte, il rifinanziamento fino al 2018 del Fondo speciale per il sostegno del reddito e dell'occupazione del personale del settore del trasporto aereo. Il testo trasmesso al Senato non contiene piu' il passaggio che obbligava a ricorrere a procedure concorrenziali per la scelta dei vettori a cui erogare contributi, mentre prevede un maggiore coinvolgimento dell'Autorita' di regolazione dei trasporti, lo slittamento del termine per l'elaborazione delle linee guida sulle procedure da seguire per l'assegnazione dei contributi e l'introduzione di un valore massimo per il calcolo dell'imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili (Iresa) cosi' da evitare effetti distorsivi della concorrenza tra gli scali e promuovere ''l'attrattivita' del sistema aeroportuale italiano, anche con riferimento agli eventi legati all'Expo''. Nel determinare il tributo regionale si dovra' tenere conto anche della distinzione tra voli diurni e notturni e delle peculiarita' urbanistiche delle aree geografiche limitrofe agli scali. L'obiettivo e' limitare la variazione dell'importo dell'imposta da regione e regione cosi' da non penalizzare eccessivamente quegli scali situati nelle regioni dove la tassa e' risultata particolarmente elevata.

lcp/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4