martedì 21 febbraio | 07:12
pubblicato il 12/set/2016 17:18

Toti: discutere di Italicum solo dopo referendum costituzionale

"Offerta governo di parlarne oggi sa tanto di voto di scambio"

Toti: discutere di Italicum solo dopo referendum costituzionale

Genova, 12 set. (askanews) - "Sull'Italicum credo si debba discutere dopo il referendum perché è parte di una riforma complessiva delle istituzioni, che ritengo, essendo aperta la

campagna referendaria, vada affrontata assolutamente dopo il referendum. L'offerta fatta dal governo di sedersi oggi al tavolo per discutere dell'Italicum sa tanto di voto di scambio o

captatio benevolentiae". Lo ha detto il presidente della Regione Liguria e consigliere politico di Forza Italia, Giovanni Toti, a margine del primo vertice trilaterale su immigrazione e sicurezza con i governatori di Lombardia e Veneto.

Secondo Toti, "è necessario fare il referendum il prima possibile. Evitiamo - ha sottolineato - di farlo l'ultimo giorno utile come ventila il governo Renzi. Dopodiché -ha aggiunto- ci

sederemo al tavolo e parleremo di legge elettorale anche a seconda dell'esito del referendum".

Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia