mercoledì 18 gennaio | 17:29
pubblicato il 17/ott/2014 14:28

Torino, scontri tra polizia e studenti al corteo Fiom: 5 feriti

La Questura: agenti aggrediti da 300 antagonisti. Fermati in sei

Torino, scontri tra polizia e studenti al corteo Fiom: 5 feriti

Roma, 17 ott. (askanews) - Il bilancio degli scontri a Torino tra alcuni appartenenti ai centri sociali e la polizia, durante il corteo della Fiom conta sei persone fermate e cinque agenti feriti, lo ha comunicato la questura. I disordini hanno costretto il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, a tenere il suo comizio in piazza Castello tra i lacrimogeni. A più riprese un centinaio di giovani dei centri sociali hanno tentato di forzare il blocco delle forze dell'ordine sul lato della piazza verso via Roma, per cercare di avvicinarsi al Teatro Regio, sede del vertice dei ministri del Lavoro Ue, in corso oggi e domani. La polizia ha risposto con lacrimogeni e alcune cariche di alleggerimento, mentre un gruppo da un centinaio di aderenti ai centri sociali partita un lancio di oggetti vari: pietre, bottiglie, fumogeni, e proprio uno di questi avrebbe colpito il funzionario. Al momento la situazione è tranquilla e le forze di polizia, che hanno anche sequestrato un furgoncino dei manifestanti, hanno portato in piazza Castello un idrante. La manifestazione si è conclusa mentre Landini, interrompendosi qualche volta per i colpi di tosse dovuti al fumo che ha avvolto la piazza, ha sottolineato che "non siamo qui per dividere ma per unire". Il segretario cittadino della Fiom, Federico Bellomo, ha criticato l'operato della polizia che avrebbe, a suo dire, lanciato lacrimogeni in direzione del palco e ha parlato di "eccessi delle forze dell'ordine". Malgrado la momentanea calma ci potrebbero essere ulteriori iniziative nel corso della giornata. Sugli scontri la Questura ha fornito la sua versione: a Torino durante il corteo della Fiom le forze dell'ordine sono state aggredite da "un gruppo di circa 300 antagonisti" dal quale è partito "un fittissimo lancio di sanpietrini, bulloni, grossi petardi, per cui è stato necessario il lancio di alcuni lacrimogeni per disperdere i violenti". Int3

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina