sabato 10 dicembre | 17:39
pubblicato il 13/gen/2014 11:48

Torino: Saitta, solidarieta' a Esposito. Molotov non lo spaventeranno

(ASCA) - Torino, 13 gen - ''Non sono bottiglie incendiarie, minacce e intimidazioni a spaventare un parlamentare coraggioso come Stefano Esposito. Sbagliano i terroristi che pensano di ridurre al silenzio chi fa politica per passione civile, crede in quello che fa e nei progetti per il territorio''.

Lo dice il presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta esprimendo la sua vicinanza personale e politica al senatore piddino Esposito dopo le tre bottiglie molotov rinvenute sotto casa, con un biglietto di minacce, ''ma anche alla sua famiglia - aggiunge Saitta - presa di mira con azioni davvero ingiustificabili: non puo' che suscitare preoccupazione la parabola dei cattivi maestri di intolleranza e violenza''. A quanto si apprende, nel biglietto all'esame degli inquirenti ci sarebbero riferimenti anche a Sergio Chiamparino, a Pierluigi Bersani, e a un giornalista della Stampa, Massimo Numa, anche lui da tempo nel mirino dei No tav. com-eg/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina