venerdì 20 gennaio | 21:11
pubblicato il 01/feb/2013 15:43

Torino: Comune rientra in patto di stabilita'. Fassino, onorati impegni

(ASCA) - Torino, 1 feb - Il rientro del Comune di Torino nel Patto di stabilita' e' ufficiale: questa mattina la certificazione, firmata dal Sindaco, dall'Assessore Passoni e dal Collegio dei Revisori e' stata inviata al Ministero dell'Economia. Contestualmente l'assessore al Bilancio, Gianguido Passoni, ha presentato in Giunta la delibera che definisce gli indirizzi di Programmazione Economico-Finanziaria del triennio 2013-2015, in vista della preparazione del prossimo bilancio di previsione della Citta'.Il rientro del Patto di stabilita' si accompagna alla conferma, avvenuta ieri, del rating ''A-''da parte di FitchRatings, che sottolinea l'affidabilita' della Citta' di Torino. Un giudizio accolto con soddisfazione a Palazzo di Citta'.

''Con il rientro nel Patto di Stabilita' - ha dichiarato il Sindaco Piero Fassino - abbiamo onorato l'impegno che avevamo assunto un anno fa, mettendo in campo una strategia coraggiosa di dismissioni societarie, di riduzione della spesa corrente e di riorganizzazione delle attivita' della macchina comunale.

Un'azione di risanamento che ha messo in sicurezza le finanze cittadine senza pero' penalizzare i servizi pubblici, sociali, educativi e culturali di cui i cittadini beneficiano. Un'azione - conclude il Sindaco - che intendiamo proseguire con il Documento di programmazione Economica e Finanziaria adottato oggi dalla Giunta'' Il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria varato questa mattina dall'esecutivo di Palazzo Civico risponde alle nuove competenze in materia di controlli ordinari della Corte dei conti, a cui il recente Decreto 174 ha assegnato funzioni piu' ampie di controllo su Regioni, Province ed Enti locali.

Tre gli obiettivi contenuti nel documento adottato dalla Giunta: non ricorrere - come gia' nel 2012 - a nuovo indebitamento e a proseguire nella sua progressiva riduzione; mantenere l'equilibrio tra entrate e spese non ripetitive; intensificare l'attivita' di revisione dei residui attivi e passivi. Il provvedimento passera' nelle prossime settimane al vaglio del Consiglio Comunale per la definitiva approvazione.

''Con la conferma del rating - ha commentato l'Assessore Passoni - e' stato riconosciuto il buon operato della Citta' nell'ambito delle politiche attuate per il contenimento della spesa e la riduzione del debito, tanto piu' significativo in un quadro di forte crisi economica e di drastica riduzione dei trasferimenti statali e regionali. Scelte - ha sottolineato il responsabile della politiche finanziarie di Palazzo di Citta' - che ci hanno consentito di rientrare nel Patto di Stabilita', mantenere in sicurezza i conti, senza penalizzare l'offerta complessiva di servizi ai cittadini''.

com/eg/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4