martedì 21 febbraio | 16:11
pubblicato il 05/nov/2013 16:10

Terzo settore: Forum ricevuto oggi da ministro Franceschini

(ASCA) - Roma, 5 nov - Una delegazione del Forum nazionale del Terzo Settore e' stata ricevuta questa mattina dal Ministro Dario Franceschini. Al centro dell'incontro con il Ministro per i rapporti con il Parlamento, i temi di maggiore criticita' presenti nel disegno di Legge di Stabilita' 2014 per il terzo settore. Il tema del contrasto alla poverta', che nel nostro Paese ha raggiunto livelli di drammaticita' - e di record negativi - con l8% della popolazione che versa in uno stato di poverta' assoluta. Il Forum ha chiesto che vengano messe in campo risorse economiche e misure di contrasto efficaci, che diano al nostro Paese, come gia' accade per gli altri Paesi europei, la possibilita' di realizzare un Piano nazionale di contrasto alla poverta'. Come ad esempio un'armonizzazione della proposta del Reis, il reddito di inclusione sociale, proposto da Acli e Caritas, con quella del Sia, il sostegno all'inclusione attiva, proposta dal Ministro Giovannini. Tra gli altri temi discussi quello del rifinanziamento dei fondi destinati alle politiche sociali (Fondo per la Non autosufficienza, Fondo per le Politiche sociali, Fondo Infanzia), le agevolazioni sull'imposta di registro per il non profit; la tassa Imu per gli immobili posseduti dagli enti non commerciali e la detrazione Tares; le risorse per il servizio civile e per la cooperazione internazionale; la richiesta di stabilizzazione del 5 per mille. ''Tutto questo - commenta il Portavoce del Forum, Pietro Barbieri - nell'ottica di poter finalmente ragionare a lungo termine sulle politiche di welfare di cui c'e' estremo bisogno per portare il nostro Paese fuori dalla crisi e parlare di crescita, equita', inclusione sociale, sostenibilita'.'' ''Franceschini ha ascoltato le nostre istanze - conclude Barbieri -, dichiarando la volonta' di lavorare e dare il proprio contributo per garantire misure mirate e piu' incisive, rispetto alla questione degli incapienti e della poverta', per il 2014.'' A margine dell'incontro, il tema della rappresentanza e della partecipazione del terzo settore nella determinazione di politiche sociali e di welfare che, dalla chiusura dell'Agenzia per il Terzo Settore, ha subito un duro colpo.

red/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Speranza: domani non andrò alla direzione, ieri rottura nel Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia