giovedì 08 dicembre | 19:13
pubblicato il 11/ott/2013 18:43

Terzo settore: Forum abbandona tavolo confronto con ministero Lavoro

(ASCA) - Roma, 11 ott - ''Strappo'' del Forum del Terzo Settore che ha deciso di abbandonare il Tavolo di confronto con il ministero del Lavoro.

A spiegare le decisioni della scelta il portavoce del Forum, Pietro Barbieri, che in una lunga nota sottolinea: ''Non possiamo non constatare, con disappunto, come negli ultimi anni il rapporto tra gli organismi di rappresentanza di terzo settore e gli organi istituzionali abbia subito un sostanziale arretramento rispetto alle questioni del confronto e della partecipazione democratica.

Abbiamo assistito negli scorsi anni alla chiusura dell'Agenzia per il Terzo Settore, strumento di promozione, vigilanza e controllo, fondamentale per il terzo settore, ed abbiamo sopportato le minacce di chiusura, contenute nella spending review di luglio dello scorso anno, per molti Osservatori, organismi previsti da Leggi dello Stato e sedi di confronto tra la societa' civile e le istituzioni. Ad oggi le cose non sembrano essere cambiate. Nel mese di dicembre 2012 un decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha definito il nuovo regolamento per l'elezione dei membri dell'Osservatorio nazionale dell'associazionismo che contiene elementi di per se' contraddittori e che minano gli spazi di rappresentanza per le associazioni. Nel testo, che tra l'altro non e' stato sottoposto al parere delle commissioni competenti, vengono stabilite modalita' di elezione dei membri inappropriate e illegittime secondo le quali, realta' associative grandi, devono dichiarare di avere poche centinaia di associati (con esclusione, in sostanza degli associati ai circoli affiliati e alle articolazioni territoriali della medesima associazione), con conseguenze fortemente limitative e penalizzanti rispetto al criterio della rappresentativita'.

Se a questo aggiungiamo la circolare di settembre 2013, emanata dalla direzione generale per il terzo settore e le formazioni sociali che dovrebbe avere la presunta funzione ''esplicativa'', ma che introduce invece una disciplina che contrasta con quella dettata dal regolamento, il quadro che emerge e' chiaro. Vogliamo sottolineare che il tema, vista la sua gravita', e' anche oggetto di interrogazioni parlamentari''.

''Non ci troviamo di fronte a quella situazione di dialogo, ascolto e interlocuzione con le Istituzioni rispetto alle politiche sociali, come avrebbe dovuto garantirci il Tavolo permanente di confronto istituito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali all'indomani della soppressione dell'Agenzia per il Terzo Settore- osserva Barbieri - ma ci troviamo piuttosto a svolgere un ruolo passivo, convocati dal Ministero rarissime volte, e costretti semplicemente a prendere atto di decisioni gia' assunte''.

Di qui la decisione di abbandonare il Tavolo, ''come unica possibile risposta a chi, incapace di costruire un vero dialogo basato sull'ascolto e sul confronto, ricorre a forme di partecipazione fittizie, che vanno a ledere importanti diritti costituzionali, come quello della partecipazione, per il terzo settore e per tutti i cittadini''.

com-mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni