lunedì 23 gennaio | 00:06
pubblicato il 23/mag/2014 13:12

Terrorismo: Zingaretti, paese senza memoria e' paese fragile

Terrorismo: Zingaretti, paese senza memoria e' paese fragile

(ASCA) - Roma, 23 mag 2014 - ''Un paese che non coltiva la propria memoria e' un Paese piu' fragile, e' un Paese che esattamente come un individuo rischia di divenire un malato.

Un essere umano che non ha memoria e' una persona che non e' sicura''. Parole del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in occasione dell'incontro al Teatro Argentina di Roma ''Il terrorismo raccontato ai ragazzi'' alla presenza del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Come accade per gli esseri umani - ha spiegato Zingaretti - ''un Paese senza memoria e' un Paese ignorante, e' un Paese insicuro che non capisce perche accadono determinati avvenimenti e non ha termini di paragone a cui fare riferimento. Un Paese che ha una memoria forte e', al contrario, un Paese piu' forte e sicuro di se' anche nell'affrontare le sfide del presente e puo' trarre insegnamento dalla sua storia ed evitare che le circostanze del passato possano ripetersi''. Zingaretti ha poi fatto riferimento al concetto di democrazia e al suo senso.

''La democrazia - ha detto rivolgendosi ai tanti ragazzi presenti al Teatro Argentina - non deve essere mai considerata un voto burocratico o peggio un bene acquisito per sempre, ma deve essere vissuta come un orizzonte da conquistare ogni giorno, rinnovando un impegno individuale e collettivo''. E nella democrazia, del resto ''c'e' posto per tutti, per tutte le idee, eccetto quelle che per affermarsi dovono negare ad altri il diritto di esistere. E importante allora tornare a parlare di quegli anni perche' la storia della sconfitta del terrorismo e' una storia disegnata dall'impegno, delle Istituzioni, delle Forze dell'Ordine, dalla Magistratura, per smantellare la rete della violenza politica'' sottolineando il sostegno della ''reazione democratica, civile, popolare, diffusa'' che caratterizzo' quel periodo storico. Infine un ricordo per Aldo Moro e per ''il valore insostituibile della scuola pubblica italiana''.

Bet/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4