mercoledì 22 febbraio | 18:59
pubblicato il 23/mag/2014 13:12

Terrorismo: Zingaretti, paese senza memoria e' paese fragile

Terrorismo: Zingaretti, paese senza memoria e' paese fragile

(ASCA) - Roma, 23 mag 2014 - ''Un paese che non coltiva la propria memoria e' un Paese piu' fragile, e' un Paese che esattamente come un individuo rischia di divenire un malato.

Un essere umano che non ha memoria e' una persona che non e' sicura''. Parole del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in occasione dell'incontro al Teatro Argentina di Roma ''Il terrorismo raccontato ai ragazzi'' alla presenza del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Come accade per gli esseri umani - ha spiegato Zingaretti - ''un Paese senza memoria e' un Paese ignorante, e' un Paese insicuro che non capisce perche accadono determinati avvenimenti e non ha termini di paragone a cui fare riferimento. Un Paese che ha una memoria forte e', al contrario, un Paese piu' forte e sicuro di se' anche nell'affrontare le sfide del presente e puo' trarre insegnamento dalla sua storia ed evitare che le circostanze del passato possano ripetersi''. Zingaretti ha poi fatto riferimento al concetto di democrazia e al suo senso.

''La democrazia - ha detto rivolgendosi ai tanti ragazzi presenti al Teatro Argentina - non deve essere mai considerata un voto burocratico o peggio un bene acquisito per sempre, ma deve essere vissuta come un orizzonte da conquistare ogni giorno, rinnovando un impegno individuale e collettivo''. E nella democrazia, del resto ''c'e' posto per tutti, per tutte le idee, eccetto quelle che per affermarsi dovono negare ad altri il diritto di esistere. E importante allora tornare a parlare di quegli anni perche' la storia della sconfitta del terrorismo e' una storia disegnata dall'impegno, delle Istituzioni, delle Forze dell'Ordine, dalla Magistratura, per smantellare la rete della violenza politica'' sottolineando il sostegno della ''reazione democratica, civile, popolare, diffusa'' che caratterizzo' quel periodo storico. Infine un ricordo per Aldo Moro e per ''il valore insostituibile della scuola pubblica italiana''.

Bet/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech