mercoledì 18 gennaio | 11:35
pubblicato il 30/dic/2013 11:48

Terremoto: Realacci (Pd), grande piano prevenzione nel patto del governo

Terremoto: Realacci (Pd), grande piano prevenzione nel patto del governo

(ASCA) - Roma, 30 dic - ''Le scosse che hanno colpito varie parti d'Italia in questi giorni confermano la necessita' di avviare un vasto piano di prevenzione antisismica nel nostro Paese per evitare in futuro vittime e gravi danni''. Lo afferma Ermete Realacci (Pd), presidente della commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, sullo sciame sismico in atto in Campania e in Umbria.

''Un passo avanti importante e' stato fatto - afferma Realacci - estendendo, nel passaggio alla Camera, il credito di imposta del 65% anche agli interventi di consolidamento antisismico per le zone 1 e 2. Questa misura va pero' stabilizzata ed estesa come piu' volte chiesto dalla VIII Commissione Ambiente della Camera, anche con una risoluzione approvata all'unanimita'. Vanno inoltre messe in atto tutte quelle azioni, come una revisione dei vincoli del Patto di Stabilita' interno, in grado di consentire agli Enti locali che abbiano risorse da investire, di realizzare interventi per mettere in sicurezza gli edifici pubblici, dando priorita' a scuole e ospedali. Quasi il 60% degli edifici scolastici italiani, come ricorda il dossier Ecosistema Scuola di Legambiente, e' stato costruito prima dell'emanazione delle normative antisismiche''. ''Un vasto piano di prevenzione - conclude l'esponente del Pd - e' anche un'occasione straordinaria per rilanciare l'economia e l'occupazione in un settore importante come l'edilizia, che dall'inizio della crisi ha perso oltre 500 mila addetti considerando l'indotto e ha visto chiudere 12 mila imprese, attirando capitali sia pubblici che privati e qualificando tutto il sistema di imprese. Un piano di prevenzione antisismica puo' infatti produrre decine di migliaia di posti di lavoro. E sarebbe una maniera intelligente anche per evitare non solo nuove vittime, ma anche alti costi: dal dopoguerra a oggi il costo dei danni dovuti a frane, alluvioni e terremoti e' di oltre 260 miliardi di euro''.

com-sgr/cam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa