sabato 21 gennaio | 22:55
pubblicato il 30/mag/2012 19:44

Terremoti/ Summit Quirinale: Impegno massimo Stato per l'Emilia

Festa 2 Giugno sobria,solidarietà nazionale per risposta efficace

Terremoti/ Summit Quirinale: Impegno massimo Stato per l'Emilia

Roma, 30 mag. (askanews) -"Ampia solidarietà nazionale per una risposta efficace" a testimonianza del "massimo impegno dello Stato" al fianco delle popolazioni terremotate dell'Emilia. E conferma della parata militare del 2 Giugno, della celebrazione la sera al Quirinale e degli altri eenti per la Festa della Repubblica ma alla insegna di "particolare sobrietà". Sono le decisioni del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, al termine di un'ora e mezzo di incontro al Colle sul terremoto con i Presidenti delle Camere Renato Schifani e Gianfranco Fini ed il Premier Mario Monti, presente il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Antonio Catricalà. I"l Presidente della Repubblica ha oggi ricevuto il Presidente del Senato, il Presidente della Camera dei Deputati e il Presidente del Consiglio -ha informato il Quirinale al termine del summit- per un ampio informale scambio di opinioni su problemi di comune interesse e urgenza istituzionale: in primo luogo quelli connessi alla condizione dei territori e delle popolazioni dell'Emilia su cui si è abbattuto un violento e distruttivo evento sismico, e relativi all'esigenza del massimo impegno delle forze dello Stato e della più ampia solidarietà nazionale per un'efficace risposta a bisogni acuti di assistenza e a prospettive di rapida ricostruzione. Tale impegno e solidarietà avrà modo di esprimersi ancora in occasione delle imminenti celebrazioni dell'anniversario della nascita della Repubblica". "Le tradizionali celebrazioni saranno improntate - ha formalizzato la Presidenza della Repubblica- a criteri di particolare funzionalità e sobrietà, sia per i limiti entro cui si svolgerà la rassegna militare, sia per i caratteri che assumerà l'incontro in Quirinale con i rappresentanti del Corpo Diplomatico, di tutte le istituzioni e di significative espressioni della società civile". "La riaffermazione della vitalità e responsabilità - nell'attuale momento di molteplici, ardue difficoltà e sfide per la nazione - delle forze dello Stato, e in particolare delle Forze Armate, dei corpi di Polizia e della Protezione Civile, sempre largamente sorretti dal consenso dei cittadini, così come la manifestazione - in occasione del 2 giugno - di quel rinnovato senso di unità e coesione nazionale emerso con tanta evidenza dalle celebrazioni del Centocinquantenario della fondazione dello Stato unitario - ha sottolineato ancora il Colle- costituiscono un solido fondamento per il rafforzarsi dell'indispensabile fermezza e fiducia con cui affrontare i problemi dell'oggi e del domani, a cominciare da quelli delle popolazioni e dei territori colpiti dal recente terremoto". "I Presidenti delle Camere e del Consiglio - ha reso ancora noto il Quirinale- hanno pienamente condiviso tali indirizzi e scelte con il Capo dello Stato".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4