domenica 04 dicembre | 03:19
pubblicato il 04/lug/2011 18:23

Tav/ Per Maroni violenze da tentato omicidio, condanna da Grillo

Bersani: Non spetta a Maroni decidere. Vendola:Isolare estremisti

Tav/ Per Maroni violenze da tentato omicidio, condanna da Grillo

Roma, 4 lug. (askanews) - All'indomani degli scontri in Val di Susa alimentati dai black block il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, ipotizza il reato di tentato omicidio, mentre anche Beppe Grillo, che inizialmente si era schierato dalla parte del movimento ha condannato gli atti di violenza. Le proteste contro l'apertura dei cantieri dell'Alta velocità Torino-Lione che si sono trasformate in scontri 'armati' da parte di alcuni agitatori contro le forze dell'ordine hanno ricevuto una condanna unanime dal mondo politico, anche da quello di sinistra, che pure tiene a distinguere i cittadini che legittimamente sono contrari all'opera da chi strumentalizza la vicenda. "Le violenze vanno isolate perchè oscurano proprio le ragioni della protesta. Però è legittimo manifestare il dissenso, e anche da parte di un partito come Sel, che peraltro ha la nonviolenza nella sua genesi". Ha detto il leader di Sinistra ecologia e libertà Nichi Vendola. Il titolare del Viminale ha invece sottolineato la gravità di quanto accaduto ieri in Val di Susa: "Mi auguro che la magistratura vada fino in fondo, sono d'accordo con quei commentatori che oggi sostengono che si possa contestare il tentato omicidio perchè chi utilizza molotov con ammoniaca significa che attenta alla vita di poliziotti e carabinieri - ha detto Maroni -. Ieri c'è chi ha cercato di ammazzare carabinieri e poliziotti che altro non facevano che difendere la legalità e la democrazia". Una lettura che non convince il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, che pur condannando la violenza invita a lasciare il giudizio alla magistratura: "Aggredire poliziotti che stanno difendendo un legittimo cantiere - ha detto Bersani -, opinabile finchè si vuole ma legittimo, non è accettabile. Penso anche io che sia un reato, ma che spetta alla Magistratura e non a Maroni, dire quale". E oggi anche Grillo ha corretto il tiro dopo essersi schierato dalla parte dei manifestanti definendoli "eroi". "Sono additato dai media di Stato come fomentatore di violenti - ha puntualizzato sul suo blog -. Questo non è assolutamente vero. Ieri ho chiamato eroi i valsusini che manifestavano pacificamente", ma "sono il primo a condannare e a voler sapere chi sono i black bloc annunciati dai media da giorni. Li trovino, li arrestino". Condannano le violenze anche Idv con Luigi Li Gotti e i Verdi di Angelo Bonelli.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari