giovedì 08 dicembre | 03:43
pubblicato il 28/nov/2013 13:47

Tap: Matarrese (Sc), Italia piu' Hub europeo con infrastruttura Puglia

(ASCA) - Roma, 28 nov - ''La ratifica dell'accordo tra Italia, Grecia ed Albania, in discussione oggi alla Camera dei Deputati, consentira' la progettazione del Gasdotto Trans Adriatico -TAP, che potrebbe veicolare fino a 21 miliardi di metri cubi di gas dall'Azerbaijan, dal confine tra Grecia e Turchia, in Italia e precisamente in Puglia attraverso l'Albania. L'infrastruttura e' di rilevante importanza strategica per il nostro Paese e per l'Europa per tre fondamentali ordini di motivi''. Lo afferma Salvatore Matarrese a margine del suo intervento alla Camera dei Deputati in favore della ratifica dell'accordo tra Italia, Grecia ed Albania per la realizzazione di un nuovo Gasdotto.

''Innanzitutto, consentira' al nostro Paese di accreditarsi sempre piu' quale HUB europeo strategico per il trasporto di gas dalla Puglia verso il nord Italia e verso il Nord dell'Europa con ricadute economiche, logistiche e di sicurezza certamente positive. La rilevanza dell'opera e' stata sottolineata dal Commissario Barroso che ha definito questo accordo 'un successo condiviso per l'Europa e una pietra miliare nel rafforzare la sicurezza energetica dell'Unione''', aggiunge Matarrese.

''In secondo luogo, la realizzazione del gasdotto consentira' alle nostre aziende ed al nostro sistema industriale di essere maggiormente competitivi nel mercato in quanto porra' le condizioni per un maggiore e diversificato approvvigionamento di gas da altri Paesi fornitori a costi certamente piu' ridotti grazie alla competizione che si andra' a creare tra diversi gestori nel mercato. Terzo: saranno certe anche le inattese e positive ricadute sui livelli occupazionali che caratterizzano la regione Puglia in un momento di crisi economica e sociale particolarmente sentito come quello attuale. Risponderei alle critiche mosse alla realizzazione di questo progetto evidenziando che la realizzazione del gasdotto non avra' alcun impatto ambientale negativo e rispettera' le procedure di Valutazione di impatto ambientale previste dalla normativa vigente e infatti il Governo ha gia' dato parere positivo alle iniziative da realizzarsi in Puglia. Sarebbe auspicabile poterlo ubicare nel retroporto di Otranto, laddove ve ne e' gia' uno regolarmente autorizzato secondo le procedure di legge'', conclude Matarrese.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni