martedì 21 febbraio | 15:42
pubblicato il 03/ott/2012 11:59

Tangenti/ Penati: Se rinviato a giudizio mi dimetto subito

Se confermato impianto accuse non resto un minuto in Consiglio

Tangenti/ Penati: Se rinviato a giudizio mi dimetto subito

Roma, 3 ott. (askanews) - "Se verrò rinviato a giudizio mi dimetterò da consigliere regionale". Così l'ex vicepresidente del Consiglio regionale lombardo, Filippo Penati, ospite a '24 Mattino' su Radio 24 in merito alle dimissioni invocate da più parti dopo il rinvio a giudizio richiesto dai pm. Penati è accusato di corruzione, concussione e finanziamento illecito ai partiti. L'ex sindaco di Sesto San Giovanni ha negato che esponenti del Pd gli abbiano chiesto un passo indietro. "No, il Pd - ha detto - ha la mia stessa posizione: sia il segretario regionale Martina ma anche Civati. Se il giudice confermerà il rinvio a giudizio, se sarà confermato questo impianto accusatorio, io non passerò un minuto di più in Consiglio. E mi difenderò da privato cittadino".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia