sabato 25 febbraio | 15:17
pubblicato il 23/set/2013 12:25

Tabacco: De Girolamo, riprendere confronto con Ue su futuro settore

Tabacco: De Girolamo, riprendere confronto con Ue su futuro settore

(ASCA) - Roma, 23 set - ''Sono molto soddisfatta dell'incontro di oggi che ha visto la partecipazione di Bulgaria, Croazia, Francia, Grecia, Polonia, Romania, Spagna e Ungheria, Paesi che, come noi, hanno particolarmente a cuore le sorti della tabacchicoltura e della relativa filiera. E' stato necessario riprendere il confronto sul futuro del settore considerato che, nell'ambito del recente accordo sulla Pac, il comparto non e' stato considerato come invece avremmo voluto''. Lo ha detto il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, al termine dell'incontro sul futuro della tabacchicoltura in Europa che si e' tenuto prima dell'inizio dei lavori del Consiglio dei Ministri dell'Agricoltura e della Pesca della Ue a Bruxelles.

''L'incontro - ha spiegato De Girolamo - vuole riaffermare la completa attenzione verso le problematiche del comparto e, nel contempo, rappresenta un chiaro messaggio di sostegno al settore rivolto alla Commissione ed ai produttori. Ad avviso dei Paesi che hanno partecipato all'incontro ci sono le condizioni per avviare un dialogo con la Commissione al fine di verificare tutte le possibilita' per un rilancio del comparto e per perseguire tutte le soluzioni possibili, anche all'interno della Pac, che possano garantire adeguate forme di sostegno''.

''Nel frattempo - ha aggiunto De Girolamo - a livello nazionale ci stiamo gia' muovendo, in modo da sfruttare tutte le possibilita' che la riforma approvata ci offre. Mi riferisco, in particolare, alle varie misure attivabili attraverso lo sviluppo rurale che, in accordo con le Regioni produttrici e i rappresentanti dei produttori, cercheremo di inserire nei programmi su cui si sta gia' lavorando''.

''La filiera tabacchicola, per la sua importanza, soprattutto in alcune aree del Paese ove non vi sono alternative produttive in grado di assicurare lo stesse ricadute, in termini economici, occupazionali e sociali, non puo' - ha concluso il Ministro - essere abbandonata a se stessa. Con l'iniziativa di oggi sono sicura che anche la Commissione europea dovra' rendersene conto''.

red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Sinistra
Nasce il movimento degli ex Pd, primo nodo il rapporto col governo
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech