sabato 03 dicembre | 03:26
pubblicato il 10/feb/2014 12:57

Svizzera: Pd, referendum e' autogol. Tuteleremo lavoratori frontalieri

(ASCA) - Roma, 10 feb 2014 - ''L'esito del referendum in Svizzera sui lavoratori stranieri e' indubbiamente un segnale negativo che per altro per gli svizzeri rischia di trasformarsi nel piu' classico degli autogol. Ci sono comparti economici in Ticino (penso alla sanita' o all'edilizia) che senza Italiani chiuderebbero domattina.

Peraltro, l'applicazione giuridica del referendum e' complicatissima perche' comporta un'espressione del Parlamento elvetico e una rinegoziazione di tutti i trattati con la Ue, cosa che comporta profili di difficolta' rilevante. Un dato comunque e' chiaro: a questo punto nel negoziato Italia-Svizzera saremo ancora piu' guardinghi e serrati a tutela dei nostri lavoratori frontalieri e dei nostri Comuni di confine''. Lo dichiara in una nota Enrico Borghi, capogruppo Pd in commissione Ambiente alla Camera.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari