martedì 24 gennaio | 08:11
pubblicato il 10/feb/2014 12:57

Svizzera: Pd, referendum e' autogol. Tuteleremo lavoratori frontalieri

(ASCA) - Roma, 10 feb 2014 - ''L'esito del referendum in Svizzera sui lavoratori stranieri e' indubbiamente un segnale negativo che per altro per gli svizzeri rischia di trasformarsi nel piu' classico degli autogol. Ci sono comparti economici in Ticino (penso alla sanita' o all'edilizia) che senza Italiani chiuderebbero domattina.

Peraltro, l'applicazione giuridica del referendum e' complicatissima perche' comporta un'espressione del Parlamento elvetico e una rinegoziazione di tutti i trattati con la Ue, cosa che comporta profili di difficolta' rilevante. Un dato comunque e' chiaro: a questo punto nel negoziato Italia-Svizzera saremo ancora piu' guardinghi e serrati a tutela dei nostri lavoratori frontalieri e dei nostri Comuni di confine''. Lo dichiara in una nota Enrico Borghi, capogruppo Pd in commissione Ambiente alla Camera.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4