venerdì 24 febbraio | 02:47
pubblicato il 26/lug/2013 16:01

Sud: Svimez, nel 2013 manovre pesano di piu'. Tolgono 1,5% pil

(ASCA) - Roma, 26 giu - Le manovre pesano di piu' al Sud - In un generale contesto di crisi recessiva, le manovre effettuate dal 2010 ad oggi dai vari Governi (il cui valore cumulato arriva a 106 miliardi di euro nel 2014) hanno un impatto complessivo sul Pil piu' pesante nel Mezzogiorno rispetto al Centro Nord, secondo stime Svimez effettuate su documenti ufficiali di finanza pubblica. Il peso sul Pil sarebbe infatti, per il triennio 2012- 2014 del 6,5% a livello nazionale, ma assai differente a livello territoriale: 5,9% nelle regioni centro settentrionali e addirittura dell'8,8% in quelle meridionali. Gran parte di questa differenza e' dovuta ai tagli alle spese operati dai Governi, il cui peso ha inciso per il 2,9% al Centro-Nord e per ben il 5,7% al Sud. Le manovre considerate nei loro effetti diretti e indiretti tolgono nel solo 2013 l'1,5% del Pil al Sud e lo 0,9% al Centro-Nord.

rus/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech