domenica 04 dicembre | 11:19
pubblicato il 26/lug/2013 16:01

Sud: Svimez, nel 2013 manovre pesano di piu'. Tolgono 1,5% pil

(ASCA) - Roma, 26 giu - Le manovre pesano di piu' al Sud - In un generale contesto di crisi recessiva, le manovre effettuate dal 2010 ad oggi dai vari Governi (il cui valore cumulato arriva a 106 miliardi di euro nel 2014) hanno un impatto complessivo sul Pil piu' pesante nel Mezzogiorno rispetto al Centro Nord, secondo stime Svimez effettuate su documenti ufficiali di finanza pubblica. Il peso sul Pil sarebbe infatti, per il triennio 2012- 2014 del 6,5% a livello nazionale, ma assai differente a livello territoriale: 5,9% nelle regioni centro settentrionali e addirittura dell'8,8% in quelle meridionali. Gran parte di questa differenza e' dovuta ai tagli alle spese operati dai Governi, il cui peso ha inciso per il 2,9% al Centro-Nord e per ben il 5,7% al Sud. Le manovre considerate nei loro effetti diretti e indiretti tolgono nel solo 2013 l'1,5% del Pil al Sud e lo 0,9% al Centro-Nord.

rus/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari