domenica 26 febbraio | 21:11
pubblicato il 23/mag/2014 16:08

Strage Capaci: Crocetta, non lasciare soli magistrati e poliziotti

Strage Capaci: Crocetta, non lasciare soli magistrati e poliziotti

(ASCA) - Palermo, 23 mag 2014 - Della strage di Capaci di 22 anni fa resta una ''memoria indelebile'' che deve oggi indurci a ''perseguire un'azione antimafia che non lasci soli i magistrati e i poliziotti''.

Lo scrive in una nota il presidente della regione Sicilia, Rosario Crocetta, sottolineando di non aver preso oggi parte alla tradizionale commemorazione dell'anniversario della morte del giudice Falcone, nell'aula bunker del tribunale di Palermo, perche' ''in preda a forti dolori''. ''Oggi - scrive Crocetta - e' il giorno della memoria, di una delle stragi piu' efferate dal dopoguerra, il giorno della memoria e del ricordo. Memoria indelebile a chi ha dato la vita per tutti noi, ma anche monito a continuare quell'impegno, a fare sempre di piu'. Contro quelle mafie che si sono evolute e trasformate, fino a divenire sistema di potere in molti campi della vita sociale e pubblica''. Il capo della giunta siciliana sottolinea che ''oggi e' venuto il momento di perseguire un'azione antimafia che non lasci soli i magistrati e i poliziotti, quella che ci viene proposta da tanti imprenditori che denunciano, dagli uomini che dentro e fuori le istituzioni, combattono una piovra a volte divenuta invisibile. Ecco - afferma Crocetta - la mafia e' invisibile, quella che ricicla denaro, gestisce affari e lo fa in silenzio, bloccando ancora lo sviluppo dell'isola piu' bella del mondo''. Crocetta esprime, dunque ''la consapevolezza che nessuno e' piu' grande di chi ha dato la propria vita per gli altri e che nessun sacrificio e nessuna sofferenza, sono paragonabili a quella vissuta da quegli eroi e dai loro familiari. Nel giorno di Falcone, voglio affermare che saro' sempre insieme a loro, con la convinzione che la loro lotta non e' riconducibile solo al passato ma anche a un presente sempre vivo e attuale, come sono vivi e attuali Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Antonio Monitinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani, eroi di Sicilia e d'Italia'', conclude il presidente siciliano.

com-stt/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech