sabato 03 dicembre | 23:31
pubblicato il 11/lug/2014 11:29

Stato-mafia: Grasso, Mancino disse che si sentiva perseguitato

(ASCA) - Palermo, 11 lug 2014 - Nel dicembre del 2011 Pietro Grasso, allora procuratore nazionale antimafia, incontro' Nicola Mancino, il quale lo ''apostrofo' dicendo che si sentiva perseguitato, che c'era differenza di comportamento nei suoi confronti da parte di diverse procure'' che indagavano sulla trattativa tra Stato e mafia. A raccontarlo e' stato il presidente del Senato, ascoltato come teste al processo sulla trattativa, in corso al carcere Ucciardone di Palermo.

''Mancino mi disse che da procuratore nazionale, qualcosa dovevo fare - ha proseguito Grasso -. Risposi che l'unico modo per ridurre a unita' le indagini era l'avocazione, ma dissi che non c'erano i presupposti per farlo. A quel punto concluse dicendo, avocazione no, ma coordinamento si'''.

Pochi mesi dopo, il 16 aprile 2012, il procuratore generale della Cassazione, Gianfranco Ciani, chiese a Grasso un incontro, che avvenne tre giorni dopo. ''In quell'incontro con il pg - ha detto Grasso -, si affronto' il tema del coordinamento tra procure''.

pol/tmm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Riforme
Referendum, Salvini cavalca no per battezzare destra trumpista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari