sabato 03 dicembre | 15:27
pubblicato il 11/apr/2013 16:30

Staminali: Grasso, assicurare cure iniziate ma anche quelle necessarie

Staminali: Grasso, assicurare cure iniziate ma anche quelle necessarie

(ASCA) - Roma, 11 apr - ''Non solo le cure iniziate, ma tutte quelle necessarie vanno assicurate''. Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso incontrando oggi a Palazzo Madama una delegazione di genitori di bambini affetti da malattie rare, molti dei quali curati con le staminali del metodo Stamina. Tra loro anche la mamma di Sofia, divenuta simbolo della lotta per assicurare a tutti coloro che sono affetti da malattie rare le cure compassionevoli.

''Faro' tutto quanto e' nelle mie possibilita' fare, esperire tutti i buoni uffici che mi sara' possibile, per far si' che il decreto approvato ieri al Senato, trovi anche alla Camera il piu' breve iter possibile fino all'approvazione definitiva'' si e' quindi impegnato Grasso, a cui e' stato consegnato anche un plico con 200 mila firme della petizione affinche' le cure del metodo Stamina e quelle sperimentali siano assicurate a tutti coloro che ne hanno bisogno e non, come stabilito finora dal decreto, a chi ha gia' iniziato tali cure.

Al presidente del Senato e' stata poi regalata una maglietta con lo slogan di questa lotta: ''I bambini non si toccano!''. ''Anch'io pronunciai tali parole, sia pure in occasioni del tutto diverse - ha ricordato Grasso - parlando dei bambini vittime della criminalita' organizzata, delle stragi, di Brindisi. La societa' civile e le istituzioni devono fare di tutto perche' i bambini abbiano tutte le cure necessarie, senza dimenticare mai che i bambini non sono appendici di una famiglia, ma sono titolari di diritti autonomi e inviolabili''. L'ultimo auspicio, da parte del presidente del Senato, e' stato quello che non ci siano disparita' di trattamento nelle diverse parti del Paese e le cure vengano garantite da tutte le strutture pubbliche, ponendo fine ai viaggi della speranza. ''Non si deve piu' dire, come accadeva in Sicilia, quando ero ragazzo io, che il miglior medico e' l'Alitalia'' ha concluso.

La delegazione dei familiari di bambini affetti da malattie rare, tra cui anche il presidente Asamsi (Associazione studio atrofie muscolari spinali infantili), Roberto Boldrini, e' stata accompagnata dalla senatrice Cinzia Bonfrisco (Pdl) e dal senatore Antonio Azzollini (Pdl).

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari