venerdì 09 dicembre | 03:56
pubblicato il 19/lug/2016 19:45

Speranza: su riforma elettorale Pd non giochi a nascondino

"Faccia sul serio, sia il motore del cambiamento"

Speranza: su riforma elettorale Pd non giochi a nascondino

Roma, 19 lug. (askanews) - "Un anno e mezzo fa eravamo sooi noi a dire che questa legge elettorale andava modificata. Oggi nel pd si è riaperto il dibattito: in particolar modo il segretario-premier Matteo Renzi ha detto che su questa materia decide il Parlamento. Una novità positiva, siamo passati dal porre la fiducia al dire che decide il Parlamento". Lo ha detto Roberto Speranza, durante la conferenza stampa dei bersaniani sul 'Mattarellum 2.0'.

Insomma, "non giochiamo a nascondino, sia il Pd ad essere il motore del cambiamento. Offriamo un contributo politico presentando questo 'Mattarellum 2.0 che serve soprattutto per vincere una sfida, quella di ricostruire un rapporto stretto tra i cittadini e gli eletti, consentire ai cittadini di scegliere il proprio parlamentare. Il Pd faccia sul serio e assuma come priorità il cambio della legge elettorale".

Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni