mercoledì 18 gennaio | 05:57
pubblicato il 02/apr/2013 09:45

Spending review: Tondo, siamo stati i primi ad avviarla in Fvg

(ASCA) - Trieste, 2 apr - ''Ben prima che nel paese si parlasse di Spending review e che la riduzione dei costi della politica diventasse di moda, dal 2008 ho avviato in Friuli Venezia Giulia un processo di riforma della macchina pubblica e di taglio dei costi che fanno di questa Regione una realta' da prendere ad esempio. In questi cinque anni di amministrazione, mentre il debito pubblico italiano ha continuato a salire veritiginosamente (nel solo 2012 con il Governo Monti si e' registrato un + 80 miliardi di euro), in FVG ho avviato un processo virtuoso dimezzando il debito pubblico, portandolo da 1miliardo 657milioni (1 gennaio 2008), che ci aveva lasciato il centrosinistra, a 832 milioni (31 dicembre 2012)''. Lo afferma Renzo Tondo, presidente della Regione Friuli Venezia Giulia e candidato alla presidenza per il Centrodestra.

''La riduzione del debito regionale ci ha permesso di investire piu' risorse dove c'e' stato bisogno, vedi la famiglia, i giovani e l'innovazione. Ma il taglio dei costi della politica passa anche dalla riduzione delle auto blu (come ha certificato l'istituto Formez) quando ancora il termine Spending review non si conosceva - afferma Tondo -. Nonostante i pretestuosi attacchi dell'opposizione sono riuscito ad ottenere, a Camere sciolte, la modifica del nostro Statuto di Specialita' e ridurre i consiglieri regionali da 59 a 48 con un risparmio di oltre 10 milioni di euro. Voglio anche ricordare che senza questa Riforma l'assemblea che andra' a formarsi avrebbe avuto addirittura 61 consiglieri regionali''.

Dal 2008 ad oggi, garantendo l'efficacia e l'efficienza della macchina pubblica, si e' avviata una razionalizzazione degli alti dirigenti con una riduzione del 10% che ha portato ad un risparmio di 5 milioni di euro, mentre la riorganizzazione del personale ha portato ad una minore spesa di 16 milioni e 706 mila euro. In questi cinque anni si e' intervenuto anche sul miglioramento del funzionamento dell'amministrazione regionale che ha permesso una riduzione della spesa del 25% quantificabile in 5milioni e 406 mila euro.

''Sulla stessa linea si sono anche ridotte le spese di segreteria di oltre il 32%, mentre la razionalizzazione dei costi degli Enti Locali, con una diminuzione di 719 unita' di personale, ha portato ad un risparmio di oltre 25 milioni di euro. Il tutto, ci tengo a precisarlo, senza aver impoverito i servizi e l'efficienza di una macchina amministrativa che deve essere al servizio del cittadino e valorizzando al massimo le professionalita' interne. Si puo' fare ancora moltissimo e su questa strada intendo continuare, ma questi sono fatti, risultati ottenuti in cinque anni di lavoro e non enunciazioni di alcuni candidati impegnati in campagna elettorale'', conclude Tondo.

fdm/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa