venerdì 24 febbraio | 13:36
pubblicato il 07/ago/2014 10:03

Spending review: Renzi, Cottarelli? Problema e' serieta' del racconto

(ASCA) - Roma, 7 ago 2014 - ''E' un problema di serieta' del racconto. La spending non puo' essere affidata a un soggetto esterno che viene chiamato come una sorta di demiurgo a sistemare il bilancio dello Stato. La spending nasce da ciascuno di noi''. Lo ha affermato il presidente del Consiglio Matteo Renzi rispondendo, in un'intervista al Messaggero, ad una domanda su quale fosse la sua posizione sul commissario alla spending review Carlo Cottarelli dopo le sue recenti dichiarazioni.

Cottarelli, ha proseguito l'autore dell'intervista, il direttore del foglio romano Virman Cusenza, sostiene che lei non vuole pubblicare quei 25 dossier che lui le ha dato e che potrebbero essere scomodi per Palazzo Chigi. ''Palazzo Chigi - ha risposto Renzi - di scomodo ha poco. Quei 25 rapporti...A proposito (ha detto rivolgendosi durante l'intervista ad un suo collaboratore - ndr) ce li hanno consegnati poi? Perche' io non li ho ancora visti...''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech